Visita istituzionale all’Officina meccanica Lamera, a Cologno al Serio, per l’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni. Si tratta di una realtà storica del territorio, fondata nel 1961, a conduzione famigliare e specializzata in lavorazioni meccaniche conto terzi. A partire dal 1995, con la direzione affidata ai figli del patron Alfredo Lamera, Carlo e Francesco, all’attività di fresatura e di tornitura, è stata affiancata anche la realizzazione completa di costruzioni e assemblaggi meccanici.

Prodotti innovativi per la sicurezza

Un’azienda proiettata nel futuro e che durante la prima fase emergenziale, in pieno lockdown, ha saputo sviluppare strategie e prodotti innovativi per la sicurezza della comunità. A cominciare dalle cabine di sanificazione “Be Safe”, che oltre a rilevare la temperatura corporea e presenza di mascherina, abbattono la carica batterica e virale presente su tutte le superfici della persona.

“Si tratta di un’eccellenza tutta bergamasca – ha detto l’assessore regionale, Lara Magoni -. Grazie al saper fare artigiano e alla creatività tipici del nostro territorio, ecco uno strumento innovativo, sicuro protagonista della sicurezza e sanificazione a livello internazionale”.

Progetto "Be safe"

Tant’è vero che le cabine, firmate Wmem, società hi-tech di Palazzago, in un progetto con Officina Lamera, sono state protagoniste della sanificazione e igienizzazione ai Mondiali di sci di Cortina. Ma non solo: le cabine sono già in pieno funzionamento presso l’Azienda Ospedaliera San Pio di Benevento, la Arab American University in Palestina, presso il centro Bortolotti dell’Atalanta. Ora, l’obiettivo è far sì che i device di sanificazione possano essere utilizzati presso le strutture e i presidi ospedalieri.

TORNA ALLA HOME