Cronaca
Vailate

L’ambulatorio di Cardiologia del "Caimi" in memoria di Monica Sisti

Non poteva esserci volto migliore cui dedicare un la Cardiologia, che quello dell'instancabile educatrice strappata al "Caimi" da un infarto.

L’ambulatorio di Cardiologia del "Caimi" in memoria di Monica Sisti
Cronaca Cremasco, 16 Ottobre 2022 ore 10:17

L’ambulatorio di Cardiologia del Caimi intitolato a Monica Sisti. Il sorriso della infaticabile "colonna" dell'ospedale di Vailate, mancata lo scorso 11 agosto per un malore improvviso mentre si trovava in vacanza,  è ancora impresso nelle menti e nei cuori di tutti quei vailatesi che hanno avuto la fortuna di conoscerla. Da oggi però, i concittadini di Monica avranno un valido motivo in più per ricordare affettuosamente la donna, che dedicò la sua intera esistenza al benessere del prossimo.

In memoria di Monica Sisti l'ambulatorio di Cardiologia

A pochi mesi dalla   prematura scomparsa, la «Fondazione Ospedale Caimi» ha deciso di onorare la memoria della sua indimenticata impiegata intitolandole l’ambulatorio dove si era generosamente prodigata per aiutare tutte le persone con cui si rapportava nei loro momenti di bisogno. Non poteva esserci quindi volto migliore cui dedicare un luogo ospedaliero che purtroppo non ha potuto salvare a distanza la donna, strappandola al suo triste destino. Un destino che ora si cercherà di precludere alle centinaia di pazienti che si rivolgeranno alle cure mediche del nuovo ambulatorio Monica Sisti. Quest’ultimo, già potenziato con un holter wifi di ultima generazione, a sua volta acquistato con buona parte delle offerte raccolte fin qui dal giorno della morte di Monica e devolute interamente alla Fondazione dai suoi familiari, si pone ora l’obiettivo di migliorarsi incrementando il numero delle strumentazioni medico-sanitarie all’avanguardia in sua dotazione, anche per via della grande richiesta di prestazioni cardiologiche da parte del territorio circostante.

L'appello a donare, dopo il salasso energetico: «Monica Per Noi»

Tuttavia, per raggiungere un tale importante scopo, il Caimi dovrà farsi carico di ingenti spese economiche, che al momento sono al di fuori della portata delle sue casse, anch’esse impoverite dall’esorbitante rincaro energetico che si sta registrando sulle bollette di luce e gas.
E allora, per far fronte alle esigenze economiche, la Fondazione e il suo presidente Paolo Regonesi, che negli anni è stato legato alla Sisti da una profonda amicizia oltre che dal semplice rapporto professionale, hanno indetto la campagna di raccolta fondi «Monica Per Noi».

Le sue donazioni saranno destinate all’acquisto di tre nuovi holter wifi e relativi articoli monouso, quali elettrodi e cerotti, per un costo totale di 12mila euro, nonché all’acquisizione di un ecografo per l’esecuzione dell’ecocardiogramma del valore di 36mila euro. Tra le due spese, avrà la precedenza quella dei tre holter senza fili che, una volta portata a termine, lascerà poi spazio a quella dell’ecografo. Per partecipare alla raccolta fondi, sarà sufficiente effettuare un bonifico, di qualsiasi importo, al conto corrente bancario con codice IBAN IT35C0889957290000000141936 intestato a «Fondazione Ospedale Caimi Onlus», inserendo la causale «Monica Per Noi».

Seguici sui nostri canali