Ladri in via Roma, razzia su un furgone

Spaccato il finestrino del mezzo che si trovava parcheggiato in strada, nel tratto al buio da novembre dopo un secondo furto di cavi di rame che ha spento i lampioni della zona.

Ladri in via Roma, razzia su un furgone
Cronaca Treviglio città, 07 Marzo 2018 ore 12:31

E' successo stanotte nel tratto di via Roma, a Calvenzano, al buio da fine novembre scorso per il secondo furto di cavi di rame.

Razzia sul furgone parcheggiato in via Roma

La cabina del furgone razziata dai malviventi

Amaro risveglio stamattina per Marco Milani, 29enne autotrasportatore il cui furgone nottetempo è finito nel mirino dei ladri che sono tornati a colpire lungo via Roma. I malviventi hanno spaccato il vetro del finestrino, sul lato del guidatore, e hanno frugato all’interno della cabina portandosi via il navigatore satellitare, gli auricolari del cellulare, una torcia e un coltello che l'autotrasportatore teneva sul veicolo per affrontare eventuali emergenze.

Il colpo "agevolato" dalla strada buia

Il mezzo del giovane autotrasportatore era parcheggiato fuori dalla sua abitazione. Si trovava nel tratto di via Roma rimasto nuovamente al buio a fine novembre scorso, dopo che un furto di cavi di rame aveva spento la decina di lampioni installati lungo il tratto di pista ciclabile che costeggia la strada (chiusa in direzione Nord, verso Treviglio) che è ancora in capo ai lottizzanti del Piano integrato di intervento «Via Roma, Via Vesture e Via Firenze».

Il problema sicurezza: "La zona è abbandonata a se stessa"

"Ho trent’anni e non ho mai abitato in una casa allarmata, ma da quando vivo qui ho dovuto mettere l’allarme per dormire tranquillo. La nostra è una zona abbandonata a se stessa». E' l’amara constatazione dell’autotrasportatore che risiede al piano terra del complesso di villette a schiera, poco prima del tratto di strada chiuso con i new-jersey in cemento. Due mesi fa lo stesso Milani aveva segnalato al "112" uno strano via vai di auto la sera in quel tratto di via Roma. C'era gente che si scambiava qualcosa dai finestrini, probabilmente droga. "La mia segnalazione, però, non ha portato a nulla", ha concluso sconsolato l'autotrasportatore.