Sicurezza e territorio

La tecnologia a supporto della Polizia locale

Gli agenti del servizio in convenzione tra Arzago, Casirate e Calvenzano stanno usando foto trappole, dash cam e tablet (co finanziati dalla regione), con risultati positivi, nei servizi.

La tecnologia a supporto della Polizia locale
Gera d'Adda, 04 Novembre 2020 ore 12:36

Grazie alla tecnologia il lavoro della Polizia locale cambia. In meglio. Ne sanno qualcosa gli agenti del servizio in convenzione tra Arzago, Casirate e Calvenzano, che grazie a un co-finanziamento regionale hanno potuto acquistare tablet, dash cam, body cam e foto trappole a supporto delle propria attività.

La tecnologia per la Polizia locale

La Polizia locale in convenzione tra i tre Comuni di Arzago, Casirate e Calvenzano, da diversi mesi ormai può contare su una dotazione tecnologica all’avanguardia per i servizi sul territorio. “Lo scorso anno come servizio in convenzione di Polizia locale tra i nostri tre Comuni abbiamo partecipato ad un bando di Regione Lombardia che prevedeva il co-finanziamento, sino all’80% del costo del progetto presentato, per l’acquisto di dispositivi tecnologici con i quali dotare gli agenti di Polizia locale – ha spiegato l’agente Marco Ghislandi che coordina il servizio in convezione di Polizia locale – Il nostro progetto, del valore di 5.900 euro, è stato tra quelli finanziati (sono stati 26 i progetti in tutta la Regione ritenuti finanziabili e, in particolare, nella Bassa quelli di Cologno al Serio, Romano e Treviglio, ndr), ottenendo un contributo da 4.722 euro. Nei primi mesi di quest’anno, poi, abbiamo provveduto all’acquisto di tre tablet, cinque boby cam, tre dash cam, che sono telecamere dotate di Gps da installare sulle auto di servizio, e tre fototrappole. I nuovi dispositivi tecnologici sono già stati utilizzati dai nostri agenti con risultati positivi”.

I nuovi dispositivi subito in azione

Gli agenti in pattuglia hanno già preso dimistichezza con i nuovi dispositivi in dotazione. “Soprattutto le fototrappole, ma anche i tablet che, collegati attraverso il sistema “Selea” con le telecamere a lettura targhe installate nei tre paesi e grazie all’accesso alle banche dati, consentono un più rapido controllo dei documenti dei veicoli che transitano sul nostro territorio di competenza – ha proseguito Ghislandi – Tra Arzago, Casirate e Calvenzano sono diversi i luoghi sensibili al problema dell’abbandono dei rifiuti. Le foto trappole, in questo senso, ci hanno già permesso di individuare e sanzionare un paio di soggetti che, ad esempio, utilizzavano i cestini pubblici, soprattutto a Casirate, per abbandonare i rifiuti domestici. Ne abbiamo individuato un altro in questi giorni, grazie alle telecamere del sistema di videosorveglianza, che verrà multato e la sanzione è stata inasprita (dalle Amministrazioni comunali, ndr) a 300 euro”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia