La Siciliana apre in piazza Affari tra gusto ricordi e speranze

Ha aperto domenica e i clienti sono già numerosissimi, pronti ad assaggiare arancini e panelle e a fare un tuffo nel passato.

La Siciliana apre in piazza Affari tra gusto ricordi e speranze
Treviglio città, 07 Agosto 2018 ore 11:26

Si chiama La Siciliana e da domenica ha aperto i battenti in piazza Affari, a Zingonia. E’ il nuovo bar-rosticceria gestito da Rosanna Mauro e Antonio Franciosi che hanno deciso di dare il proprio contributo per riportare Zingonia agli antichi fasti.

La Siciliana, gusto e ricordi

La Siciliana Zingonia
Il Piccadilly, foto storica

Come si evince chiaramente dal nome del locale, è la Sicilia, con i suoi sapori e i suoi profumi, a fare la parte del leone nel menù della rosticceria. Ma i clienti che varcano la porta del locale più che l’irresistibile profumo di arancini e panelle si inebriano dei ricordi di una Zingonia che si pensava non potesse più esistere. Fino a quando Rosanna ha deciso di aprire i battenti. Proprio qui, negli anni 80, prima che iniziasse il tragico declino di tutta la zona, sorgeva infatti il bar Piccadilly. Impossibile non ricordare le lunghe serate estive passate al fresco in piazza, con la compagnia degli amici e il sottofondo della musica e della fontana. E la speranza, dei titolari e dei clienti, è proprio che questo nuovo locale possa diventare il nuovo punto di riferimento della comunità. Un luogo da vivere, per riappropriarsi di quella piazza per troppo tempo abbandonata al degrado.

Un locale che racconta una storia

Con la pessima La Siciliana Zingoniareputazione che si porta addosso, non sarebbero stati in molti a decidere di aprire un locale proprio qui, in Piazza Affari. Ma per Rosanna si è trattato soprattutto di una questione di cuore. “Non ce la facevamo più a vedere questa piazza ridotta in quel modo. Bisognava fare qualcosa. Così, quando abbiamo deciso di aprire una rosticceria, la scelta di questo posto è stata naturale”.

Parla molto dei suoi proprietari questo locale. Il nome, gli allegri tavoli rossi e gialli con lo stemma della Trinacria e il menù raccontano la storia dei due titolari, Rosanna e Antonio, entrambi siciliani. Lei di Marsala, lui di Messina. Una storia comune a tanti abitanti di Zingonia, arrivati negli anni 70 dal Sud in cerca di un lavoro. Come la famiglia di Rosanna, che nel 1974 si trasferì a Boltiere e, cinque anni dopo, nelle Quattro Torri. E Rosanna il tempo della sua adolescenza lo ricorda con gioia. “A Zingonia ho passato dei momenti splendidi. Me la ricordo ancora con gioia. Era un posto stupendo. Quando a 24 anni mi sono sposata e mi sono trasferita a Boltiere ho continuato a frequentare Zingonia. Aprire qui è stata una scelta fatta con il cuore”.

La Siciliana Zingonia
Foto di Hermes Scarpellini

Le speranze nella riqualificazione

Ufficialmente il locale sarà inaugurato il 15 settembre. Nel frattempo però Rosanna ha deciso di aprire “a mezzo servizio”. Ancora pochi i pezzi di rosticceria, per il momento lavora soprattutto la parte bar, ma i clienti non mancano. “Non mi aspettavo che venisse così tanta gente – ha detto Rosanna Mauro – ma sono molto contenta. Stiamo completando le pratiche per l’assunzione di mia figlia dopodichè io passerò a tempo pieno in cucina”. Tra i primi clienti, subito dopo l’apertura, il sindaco di Verdellino Silvano Zanoli con il primo cittadino di Osio Sotto Edoardo Musitelli e diversi assessori e rappresentanti delle associazioni locali. Un segnale forte di appoggio e solidarietà per un locale che, nelle speranze di tutti, potrebbe essere uno dei punti focali della riqualificazione di piazza Affari e di tutta Zingonia.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia