La pista ciclabile per Basella sta per diventare realtà

Quasi 700 giorni sono passati da quando Efrem Epizoi venne riconfermato sindaco, a giugno del 2016, insieme al suo team. E dopo quasi due anni e mezzo dalla seconda investitura, il primo cittadino (insieme alla sua Giunta) ha deciso di fare il punto della situazione, attraverso un’assemblea pubblica.

La pista ciclabile per Basella sta per diventare realtà
Cronaca 31 Marzo 2018 ore 08:58
Quasi 700 giorni sono passati da quando Efrem Epizoi venne riconfermato sindaco, a giugno del 2016, insieme al suo team.
E dopo quasi due anni e mezzo dalla seconda investitura, il primo cittadino (insieme alla sua Giunta) ha deciso di fare il punto della situazione, attraverso un’assemblea pubblica.

L'incontro giovedì 22: obiettivo pista ciclabile

L’incontro a porte aperte si è tenuto giovedì scorso alla Rocca Albani. Si è trattato in sostanza di un incontro pubblico organizzato dal gruppo civico per fare il punto della situazione di questo secondo mandato amministrativo di «Guardare Oltre».
Un’occasione per potersi confrontare con i cittadini. E spiegare quanto è stato fatto fino ad oggi e quali sono gli obiettivi che l’Amministrazione si prefigge di fare in futuro.

Un'Amministrazione tra la gente e per la gente

La serata è stata aperta da Alessandro Pelucchi, coordinatore del gruppo civico, il quale ha voluto ricordare come, nonostante questo sia il secondo mandato per il primo cittadino, la priorità è sempre la stessa. L’interesse è rivolto ai cittadini, per un’Amministrazione «tra la gente e per la gente». E tra i successi rivendicati dall’Amministrazione c’è l’arrivo della pista ciclabile tra Basella e Urgnano.  Forse l’opera più importante del secondo mandato. Che tra le perplessità espresse dalle minoranza a fine 2017, ora si può dire essere quasi realtà.

L'opera è quasi realtà

«L’opera verrà realizzata tra il 2018 e 2019, finanziata dai rispettivi Bilanci – ha spiegato il vicesindaco Marco Gastoldi – a inizio anno abbiamo avviato una procedura negoziata. Si sono presentati tre professionisti che hanno portato le loro rispettive proposte. Sia tecniche, quindi per quanto riguarda l’opera in sé, sia economiche e quindi il costo per realizzarle. E’ stata nominata poi una commissione di tre professionisti esterni che a titolo gratuito hanno osservato le tre proposte e le hanno giudicate in base alla proposta tecnica ed economica». A vincere è stato il raggruppamento temporaneo con a capo l’architetto David Moriggia, la cui proposta è stata giudicata la migliore.

Non c'è ancora una data certa

«Ancora è impossibile dire quando verrà posta la prima pietra – ha continuato Gastoldi – tuttavia a breve si formalizzerà l’incarico e da lì ci vorranno 30 giorni perché venga presentato al Comune il progetto esecutivo della pista. Si procederà poi con l’apertura di un bando per trovare chi realizzerà i lavori». I vari assessori hanno poi a turno spiegato quali sono stati gli obiettivi raggiunti nel 2017 e quelli che si cercherà di raggiungere nel 2018. L’attenzione è stata focalizzata anche sui bandi a cui il Comune ha partecipato, talvolta vincendo e quelli a cui intenderà partecipare. «Le idee sono tante, la voglia di realizzarle pure – ha concluso Gastoldi – il nostro impegno resta sempre costante per il bene del Comune».