La «panca dei pettegoli» torna a Casaletto

Interventi conservativi sulle aree verdi del territorio, ma anche valorizzazione. Restaurate le famose panchine dei pettegoli.

La «panca dei pettegoli» torna a Casaletto
Cremasco, 28 Gennaio 2018 ore 10:44

A Casaletto Vaprio c'è una panchina. Anzi due. Sono la testimonianza delle generazioni passate, rappresentano un luogo di aggregazione per i casalettesi di un altro tempo e l'Amministrazione Dioli è pronta a restituirle al paese.

L'idea

L’idea di riabilitare le “Panche dei pettegoli", soprannome che descrive in maniera goliardica e calzante i tipici ritrovi dei pensionati, nasce sui social network. Precisamente nel gruppo Facebook del paese. Un cittadino ha regalato al gruppo uno fra i tanti aneddoti cui le panche di via del Moso hanno assistito. Così la sindaca ha raccolto la palla al balzo e dato il via ai lavori.

La sindaca

«Stiamo lavorando sulla riqualificazione di alcune panchine in pietra poste nei pressi della roggia Alchina - ha spiegato Ilaria Dioli, illustrando i dettagli del progetto di restauro - Si tratta di un luogo che anticamente rappresentava un punto d’incontro per quei signori e signore che desideravano scambiare quattro chiacchiere e stare in compagnia, ma che al momento risulta in pessimo stato di conservazione, quindi inutilizzato». In una posizione perfetta a metà fra il rurale e l'abitato, facile da raggiungere a piedi o in bicicletta, quello della roggia Alchina resta un angolo bucolico da valorizzare.