Menu
Cerca

La palestra “Ines Lega” diventa realtà: pronti all’intitolazione

L'appuntamento è per giovedì prossimo, 9 novembre, prima di un convegno dedicato agli insegnati di educazione fisica

La palestra “Ines Lega” diventa realtà: pronti all’intitolazione
Cronaca 30 Ottobre 2017 ore 17:12

La palestra di via Bellini a Treviglio intitolata alla storica insegnate di educazione fisica Ines Lega. Ora c’è una data per l’inaugurazione. L’appuntamento è per il prossimo giovedì, 9 novembre.

Un anno fa il sondaggio

Un anno fa il Giornale di Treviglio aveva lanciato il sondaggio: a chi volete intitolare la palestra di via Bellini (che era stata da poco ristrutturata, ndr)? La risposta fu netta, senza margine di interpretazione. Nonostante le altre nomination importanti (tra gli altri Giacinto FacchettiEmilio Baumann e Ambrogio Mazza), a spuntare su tutti fu il nome di Ines Lega, l’amata insegnate di ginnastica scomparsa nel 2014 a 73 anni.

Sondaggio del Giornale di Treviglio (Novembre 2016)

A breve l’inaugurazione

Dopo tanta attesa, finalmente, la prossima settimana l’intitolazione diverrà ufficiale. L’appuntamento è per la mattinata del 9 novembre (i dettagli saranno diffusi appena possibile) prima di un convegno dedicato proprio agli insegnanti di educazione fisica. Un modo per contestualizzare maggiormente l’impegno di Ines Lega per la scuola.

Una “leonessa” dello sport

Approdata a Treviglio dalla frazione San Ruffillo di Brisighella (Ravenna) all’età di 26 anni, per cercare lavoro come maestra, Ines Lega si è resa protagonista della nascita della cultura sportiva nella Bassa insegnando prima a Casirate, poi al «Collegio degli Angeli» di Treviglio, al liceo «Weil», che allora si chiamava ancora «Sarpi», e poi ancora a Dalmine, alle medie «Cameroni» di Treviglio per finire all’«Oberdan», dove trascorse tanti anni sotto la guida dei presidi Zordan, Cagnin e Alletto. Diplomata all’Isef, ha contribuito alla nascita di gruppi sportivi con i quali ha vinto numerose medaglie ai Giochi della Gioventù e poi con Maurizio Conti e Franca Stucchi nella gloriosa «Ginnastica artistica Treviglio»: le famose «tutine rosse».

Non solo ginnastica

Altra sua grande passione era il basket e con Alberto Mattioli e Alberto Baldini «La Lega» è stata cofondatrice dell’Or.Sa Pallacanestro. All’oratorio salesiano «La Lega» fu anche la prima a far entrare le ragazze, quelle dell’atletica, allenate con Pierfranco Pertusini. E’ scomparsa nel 2014, all’età di 73 anni, dopo un anno di lotta contro il male che l’aveva colpita.