Menu
Cerca
Note solidali

La musica non si ferma e aiuta l’ospedale di Treviglio

L'iniziativa è dell'associazione Musica per passione, dell'Istituto comprensivo Tommaso Grossi.

La musica non si ferma e aiuta l’ospedale di Treviglio
Cronaca Treviglio città, 01 Aprile 2020 ore 09:39

La musica a Treviglio non si ferma: un altro gesto di generosità per l’ospedale cittadino in prima linea nella lotta contro Covid-19. L’iniziativa è di Musica per passione, l’associazione culturale nata per volontà di Brigitta Simone per sostenere e incrementare le attività dell’Indirizzo Musicale della Grossi di Treviglio. Per sostenere la struttura ospedaliera in questo momento difficile l’associazione ha deciso di devolvere l’incasso del concerto di Natale.

La musica non si ferma

La musica non si ferma: eppure, in questa primavera, per la prima volta da anni, l’auditorium e le aule di clarinetto, sax, flauto, pianoforte e di chitarra sono silenziose. Da settembre a giugno, non solo questi spazi, bensì il cortile e le vie vicine si riempivano di note da mattina a sera. Anche nelle domeniche dei Pomeriggi in musica…

Video lezioni con i maestri

C’è un ponte di persone però che non ferma la musica. Si chiamano Alice Legramandi, Filiberto Guerra, Maria Cristina Volonterio, Marco Rossetti e Marco Pozzi i maestri che mantengono i contatti con i loro ragazzi sulle linee di uno spartito che va oltre le note: sono voci che incoraggiano, riempiono il silenzio e il vuoto delle strade, accompagnano alla speranza. Piccole lezioni in video anche a gruppi che stringono insieme e rincuorano i ragazzi e le ragazze.

Impossibile radunare l’intera orchestra: 150 ragazzi delle medie e 80 del proseguimento che da mesi erano impegnati nella preparazione del grande concerto dell’8 marzo al PalaFacchetti, per la prima volta con tutte le altre scuole di musica. Ma la musica non si ferma.

Al fianco dei medici

L’associazione è vicina a tutti i ragazzi e le ragazze che hanno un parente, un amico in difficoltà in questo periodo – scrive Nicoletta Sudati – C’è bisogno di tutti. E a coloro che nei nostri ospedali si stanno prendendo cura dei nostri cari va la nostra amicizia e riconoscenza. Che hanno bisogno del nostro cuore, ma anche di mascherine e guanti e tute e ossigeno e pause per respirare loro stessi”.

Per questo l’associazione Musica per Passione ha deciso di devolvere tutta la cifra raccolta nel Concerto di Natale nella chiesa San Pietro di Treviglio all’ospedale di Treviglio-Caravaggio.

“A loro un grazie grande e sonoro come un concerto che cresce di giovani cuori – conclude – Signori, in piedi per questi uomini e donne che la parola coraggio l’hanno in ogni loro azione e sguardo”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli