Menu
Cerca
Iniziativa

La mamma Lgbt Federica Verduzzo lancia “Agnadello contro l’omotransfobia”

Dopo che il parroco davanti alle telecamere della D'Urso ha ribadito che l'omosessualità è "un comportamento scorretto", scende in campo.

La mamma Lgbt Federica Verduzzo lancia “Agnadello contro l’omotransfobia”
Cronaca Cremasco, 14 Novembre 2020 ore 15:17

Agnadello contro l’omotransfobia: questo il nome dell’evento che Federica Verduzzo, 38enne madre Lgbt ha lanciato dopo l’arrivo in piazza delle telecamere di “Pomeriggio Cinque” a seguito di un’intervista al parroco da parte del nostro settimanale Cremascoweek, nella quale aveva confermato quanto detto in un’omelia, vale a dire che “l’omosessualità è una malattia”.

Agnadello contro l’omotransfobia

Non sono bastate le scuse per avere definito i gay dei malati, utilizzando un’espressione “discutibile, infelice”, che don Mario Martinengo ha fatto in diretta tv martedì scorso. Questo perché il sacerdote ha ribadito la sua opinione, o meglio quella della dottrina cristiana, come sostiene, secondo cui l’omosessualità è comunque un “comportamento scorretto”. La mamma, che aveva replicato all’intervista del religioso sul nostro settimanale e che poi era stata invitata in piazza dalla trasmissione di Canale 5 a rifarlo in diretta, ha deciso di promuovere un’azione di sensibilizzazione.

«Ho creato un’evento per raccogliere foto di noi agnadellesi per sostenere la legge contro l’omotransfobia – ha spiegato Verduzzo – Creeremo un video da fare girare sui social network. Chi vuole partecipare deve inviare una foto in cui mostra un foglio con scritto”Agnadello contro l’omotransfobia”al link https://fb.me/e/3KVS2b0pB. Visto che però mi stanno chiedendo di partecipare anche persone non residenti in paese ho aperto a tutti, invece di Agnedello basta scrivere “No all’omotransfobia”».

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 20 novembre.

TORNA ALLA HOME