Treviglio

La furia del vento che ha scoperchiato l'Oleo Tecnica in Geromina

Le immagini riprese dalle telecamere interne dell'azienda metalmeccanica di via Geromina, a Treviglio.

Cronaca Treviglio città, 24 Agosto 2021 ore 15:49

La tromba d'aria di settimana scorsa ha fatto danni per diverse centinaia di migliaia di euro, ma nonostante tutto grazie al lavoro dei volontari della frazione e alla buona volontà di tanti dipendenti che si sono rimboccati le maniche, la Oleo Tecnica non ha chiuso nemmeno un solo giorno in più, rispetto a quanto già previsto per le ferie. L'azienda metalmeccanica di via Geromina, una delle più grandi e note della frazione, con una quarantina di dipendenti, è stata la prima ad essere colpita dalla furia del tornado, che nella serata di lunedì 16 agosto ha colpito anche l'oratorio e la chiesa parrocchiale, oltre a diverse abitazioni private della cosiddetta "Geromina vecchia", il centro storico della frazione.

Danni ingenti per la metalmeccanica Oleo Tecnica

"I danni ammontano a circa 300/400mila euro" spiega il fondatore dell'azienda, Angelo Nozza. E i danni più gravi si sono registrati nell'ala ovest dell'azienda: un capannone risalente all'Ottocento, con una copertura in lamiera e materiale isolante. Sul posto lunedì sera si è precipitata Daniela Nozza, che insieme al fratello Paolo gestisce l'azienda. Fortunatamente in quei giorni l'azienda era chiusa per ferie e nessuno è rimasto ferito. Ma la violenza del vento, che ha distrutto non solo il tetto dell'azienda ma anche quello del vicino oratorio, è stata furiosa.

Il video: la furia del vento nel cortile

Impressionanti le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza dell'azienda, o almeno da quelle rimaste attive durante la tromba d'aria. Sono le 19.08 circa quando, dopo alcuni minuti di "calma apparente" alla fine del primo temporale, arriva di colpo il vento. Diversi frammenti di tetto cominciano a cadere sul cortile, trascinati dal velocissimo vortice.

 

Già dai primi minuti dopo il disastro però l'azienda ha cominciato a rialzarsi. Molti dipendenti sono rientrati al lavoro dalle ferie, per ripulire e rimettere in sicurezza insieme ai vigili del fuoco, alla protezione civile e ai tanti volontari, l'Oleo Tecnica. Che lunedì, puntualmente, come previsto, ha riaperto. Anche nell'area scoperchiata dalla tromba d'aria, un'ala del reparto produzione, grazie alla presenza di una soletta sotto la copertura, è già ricominciato il lavoro.

Il grazie di Oleo Tecnica alla Geromina

"Vorrei ringraziare in particolare il sindaco Juri Imeri e il vicesindaco Pinuccia Prandina, come i tanti che ci hanno dato una mano in quelle ore - ha commentato Paolo Nozza - Siamo commossi da tanta attenzione. Un grande grazie anche ad alcuni dei dipendenti, che ci hanno aiutati: Agostino Salvini, Pavel Mecu, Ermir Anadolli insieme a suo suocero, Francesca Bornaghi, Giulio Remonti, Stefano Guarnieri, Mario Cognata, e ai muratori Martino Agazzi e Gian Luigi Vitali. E poi ai Vigili del fuoco, ai volontari della protezione civile, alla polizia locale e a tutti i cittadini".

Treviglio per la Geromina

Intanto, la macchina della solidarietà per le strutture danneggiate quali oratorio e chiesa parrocchiale ha già cominciato a muoversi. Giovedì 2 settembre, l'associazione dei Commercianti ha organizzato una cena benefica nel contesto della Festa della Geromina, di cui il Giornale di Treviglio è media partner. Mentre i biglietti per la serata vanno a ruba stanno arrivando anche molte donazioni, ed è cominciata anche una lotteria benefica con il sostegno dei commercianti.  Il parroco della Geromina, don Stefano, ha pubblicato il codice Iban su cui indirizzare eventuali contributi

Eccolo:  IT66T0889953641000000004176 - Bcc Treviglio, filiale Nord.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola da venerdì