Menu
Cerca
Romano

La Figc scende in campo per l’ospedale pediatrico FOTO

“Il sogno in una stanza” è il progetto della onlus “Il sogno di Iaia” e della Federazione Italiana Gioco Calcio per i bambini dell’ospedale di Bergamo.

La Figc scende in campo per l’ospedale pediatrico FOTO
Cronaca Romanese, 19 Ottobre 2020 ore 10:43

“Il sogno in una stanza” è il progetto della onlus “Il sogno di Iaia” sostenuto dalla Federazione Italiana Gioco Calcio per i bambini dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Il sogno di Ilaria

“Il sogno in una stanza” è il sogno di Ilaria Orlando, ovvero stanze di degenza pediatrica colorate e con il conforto di immagini piene di colore e familiari ai più piccoli. Così immaginava il “suo” ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo la piccola, che una malattia rara si è portata via a nove anni nel giugno 2018. Questo suo forte desiderio è diventato una missione per la onlus “Il sogno di Iaia”, fondata dalla sua famiglia e molto attiva con vari progetti in tutta Italia.

Stanze colorate

Il progetto “Il sogno in una stanza”–che intende creare un ambiente più rassicurante e familiare ai bambini, al fine di smussare le tensioni e migliorarne l’impatto con le cure – coinvolgerà le 36 stanze di degenza dei reparti di oncologia, trapianti, chirurgia e pediatria dell’ospedale bergamasco ed avrà il supporto di una raccolta fondi su scala nazionale che sarà attivata in questi giorni. A supporto dell’iniziativa è arrivata anche l’adesione al progetto della Federazione Italiana Giuoco Calcio, la cui generosa disponibilità conferma una volta di più la profonda sensibilità del mondo del calcio e del suo organo di vertice verso il mondo dei bambini. Il patrocinio della FIGC concesso alla onlus “Il sogno di Iaia” si unisce a quelli della Regione Lombardia e dei comuni di Bergamo, Roccaraso(Aq)e Romano.

Il coraggio di ricordare

“Il sogno in una stanza” nasce nel cuore di Iaia durante i lunghi ricoveri, a cui era costretta per ricevere le terapie. – ha scritto la mamma di Ilaria, Ida Di Natale -Spesso sognava che gli spazi confinanti della stanza si trasformassero in due ambienti pieni di colore e di meraviglia, una finestra su mondi fantastici attraverso cui viaggiare con la fantasia. Oggi vogliamo realizzare il suo sogno, la sua carezza ai bambini dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, decorando le 36 stanze di degenza dei reparti pediatrici”.

3 foto Sfoglia la gallery

 

TORNA ALLA HOME