La città piange Lucia Piloni, vinta dalla malattia

La 55enne era compagna di Rifondazione Comunista, infermiera, volontaria AISM e attiva ovunque ci fossero i vulnerabili: come ultimo gesto d'amore verso il prossimo ha donato le cornee

La città piange Lucia Piloni, vinta dalla malattia
14 Novembre 2017 ore 09:47

Crema piange Lucia Piloni, vinta dalla malattia. Una notizia, quella della morte della 55enne, che ha scosso l’intera città lasciando un vuoto nel cuore degli amici del Partito di Rifondazione Comunista ma anche negli Amministratori, nei colleghi dell’ospedale di Crema, nei volontari delle associazioni di cui faceva parte e nelle quali si è sempre spesa per gli altri.

A destra Lucia Piloni in un convegno organizzato da Rifondazione Comunista

Una vita per gli altri

Lucia Piloni ha lavorato una vita in ospedale come infermiera professionale, negli ultimi anni presso il Centro Diurno oncologico. Fu fondatrice del sindacato di base all’ospedale di Crema, per anni delegata RSU ed eletta dai lavoratori. Ma non solo. Piloni è stata anche consigliera di amministrazione del Kennedy e per un periodo  Presidente dell’ente. Nell’ultimo mandato elettorale a Crema è stata eletta consigliere comunale per Rifondazione Comunista e si impegnò sempre nell’associazione AISM, della quale era dirigente provinciale. Un anno fa la scoperta della malattia, che la donna aveva affrontato duramente, facendo nascere anche nei cuori di chi le stava intorno la speranza che ce la potesse fare, attiva fino alla fine nei suoi impegni e per i suoi ideali. Il suo corpo, però, lunedì ha ceduto al male, gettando nello sconforto quanti gli vollero bene.

L’ultima donazione

“L’ultima sua “donazione” è stata quella delle cornee, coerente fino all’ultimo, solidale con tutti coloro che soffrono – ha scritto il segretario di Rifondazione Comunista Beppe Bettenzoli – Lucia è stata una compagna che ha vissuto tutta la sua vita per l’emancipazione dei lavoratori, per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro. Rifondazione Comunista lancia una sottoscrizione per ricordarla, a favore dell’AISM, il modo migliore per far vivere Lucia nei nostri pensieri, nei bellissimi ricordi di una donna, di una compagna straordinaria. Che la terra ti sia lieve, carissima e dolcissima compagna.”. I funerali saranno celebrati domani, mercoledì mattina, giorno del suo 56esimo compleanno,  alle ore 10, nella sua casa di Montodine in via Crotti 32.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia