Cronaca

La canna fumaria prende fuoco, paura nel ristorante FOTO

Marco Russoni che gestisce il ristorante con la famiglia, non si perde d'animo e ringrazia i pompieri intervenuti e la prima cittadina Giusy Finardi per la vicinanza

La canna fumaria prende fuoco, paura nel ristorante FOTO
Cronaca 24 Ottobre 2017 ore 18:49

La canna fumaria si è incendiata proprio poco prima dell'arrivo della clientela e al nuovo gestore del ristorante "La forchetta e il bicchiere curioso" in via San Bernardo non ha avuto altra scelta che chiedere l'intervento dei pompieri.

La vicenda

A distanza di qualche giorno l'odore di fumo non ha ancora abbandonato la sala del nuovo ristorante di Castel Rozzone, e i segni delle fiamme lasciate dal rogo divampato dalla canna fumaria sono ancora ben evidenti. Il proprietario e chef del locale, Marco Russoni, è ancora incredulo rispetto a quanto accaduto. "Abbiamo aperto solo poche settimane fa e il ristorante stava già raccogliendo apprezzamenti da parte della gente in paese, certo questo incendio non ci voleva - ha spiegato il ristoratore, che a Milano in passato ha gestito altri ristoranti - La sera dell'incendio, sabato, ad esempio avevamo già 80 prenotazioni a partire dalle 20 in poi, ma purtroppo è saltato tutto improvvisamente. Alle 19.30 infatti, Russoni e il figlio Gianluca hanno visto del fumo fuoriuscire dalla canna fumaria e pochi attimi dopo hanno dovuto munirsi di estintore per cercare di spegnere l'incendio, poi totalmente estinto grazie all'intervento dei pompieri, che in poco più di un'ora hanno riportato la situazione alla normalità.

        

I danni

Fortunatamente allo scoppio dell'incendio la sala era ancora vuota, in attesa dell'arrivo della clientela. A parte questa nota positiva però, Russoni oltre a vedere saltare gli introiti della serata di sabato dovrà anche pagare per rimediare ai danni causati dal divampare dell'incendio. E non poco. Le fiamme infatti hanno bruciato parte dell'allestimento interno che conteneva la canna fumaria e il costo per il suo rifacimento si aggira tra i sette e gli ottomila euro. Un bel danno dunque che però non ha guastato l'entusiasmo del ristoratore che ha invitato tutta la squadra di pompieri e chiunque lo desideri a gustare le specialità toscane del suo ristorante.