Intossicata da monossido di carbonio, salva grazie alla camera iperbarica di Zingonia

La vittima è una donna del Varesotto, arrivata stanotte in gravi condizioni.

Intossicata da monossido di carbonio, salva grazie alla camera iperbarica di Zingonia
Treviglio città, 25 Ottobre 2018 ore 11:19

Intossicata da monossido di carbonio per una caldaia malfunzionante, finisce in camera iperbarica a Zingonia.

Trattamento all’Habilita Zingonia

E’ ricoverata nella clinica Habilita  Zingonia e si trova sotto trattamento in camera iperbarica, la 62enne   rimasta vittima di un’intossicazione da monossido di carbonio nella sua abitazione a Ternate, in provincia di Varese. La donna è arrivata a Zingonia alle 3.15 di stanotte, direttamente dall’ospedale di Varese dove era stata ricoverata poco prima.

La caldaia a gas malfunzionante

L’incidente è avvenuto probabilmente a causa di un malfunzionamento della  caldaia  a gas. Ai soccorritori giunti sul posto è stata riferita una perdita di coscienza della paziente, che dopo essere stata rianimata ha accusato una forte cefalea. Dopo il trattamento in camera iperbarica è stata riportata in ospedale a Varese.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia