Menu
Cerca

Inseguimento dei carabinieri, arrestati due fratelli di cui un minorenne

Inseguimento dei carabinieri, arrestati due fratelli di cui un minorenne
Cronaca Treviglio città, 28 Novembre 2017 ore 08:38

Inseguimento a Pontirolo Nuovo. Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato per concorso di persone in furto pluriaggravato due fratelli sinti residenti nella provincia di Milano.

Inseguimento ad alta velocità

I due, una 27enne ed il fratello minorenne di 17 anni, sono stati protagonisti di un rocambolesco inseguimento con le “gazzelle” dell’Arma.  Avevano appena perpetrato un furto su auto ai danni di un veicolo parcheggiato nei pressi del campo sportivo. Intercettata l’auto da parte delle pattuglie della Stazione di Fara Gera d’Adda e del Nucleo Radiomobile di Treviglio, ne è derivato un inseguimento a folle velocità sino al Comune di Canonica d’Adda.

Il tamponamento e la fine della fuga

A Canonica  l’autovettura dei fuggitivi ha tamponato un altro mezzo. La conducente dell’auto ha riportato diverse lesioni ed è stata trasportata in ospedale. I due sono stati poi definitivamente bloccati a Vaprio d’Adda. Durante la corsa, i due fratelli, già noti alle Forze dell’Ordine per i loro precedenti sempre per reati contro il patrimonio, hanno terminato la loro fuga urtando contro un marciapiede.

Oltre 1000 euro la refurtiva

Mentre scappavano i due hanno anche cercato  di disfarsi di uno zaino, ma senza riuscirci. All’interno c’era la refurtiva, frutto della precedente “spaccata”. I due avevano rubato dalla macchina un portatile, del denaro contante ed altro ancora, per un valore commerciale complessivo di oltre 1000 euro. La refurtiva è già stata restituita al legittimo proprietario.

Arrestati

Accompagnati in Caserma a Treviglio, i due sono stati quindi arrestati. Alla donna, la 27enne, i militari hanno contestato  anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale  in ragione dell’inseguimento “ad alto rischio” intenzionalmente ingaggiato per garantirsi la fuga e quindi l’impunità. Ora si trova nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri, in attesa  dell’udienza di convalida che si svolgerà durante la mattinata odierna davanti al Tribunale di Bergamo.
Il minore, anch’egli arrestato, su disposizione del PM minorile è stato invece collocato temporaneamente presso un Centro di Prima Accoglienza. E’ anche lui  in attesa  dell’ udienza di convalida davanti al Tribunale per i Minorenni di Brescia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli