Cronaca

Incidente Brignano | L'addio ad Alessandro nel giorno del compleanno della moglie

"Ti ha fatto e ci ha fatto un ultimo regalo, cioè il messaggio che bisogna custodire in noi la gioia della vita".

Incidente Brignano | L'addio ad Alessandro nel giorno del compleanno della moglie
Cronaca Treviglio città, 28 Maggio 2018 ore 15:51

Incidente Brignano, oggi a Pagazzano l'addio ad Alessandro Defendi, nel giorno del compleanno della moglie Deborah.

Alessandro Defendi, 47 anni di Pagazzano, in sella alla sua Harley

Il funerale del biker a Pagazzano

Una chiesa letteralmente gremita, pochi minuti fa a Pagazzano, ha accolto il feretro di Alessandro Defendi, il motociclista pagazzanese morto venerdì pomeriggio in un tragico incidente frontale tra due moto a Brignano. Centinaia sono arrivati in paese per i funerali del 47enne.

Oggi è il compleanno della moglie

Il mesto corteo era già stato preceduto ieri dal saluto di alcuni amici motociclisti, che si sono dati appuntamento sotto casa di Defendi, in via Roma, per salutarlo con il rombo delle loro motociclette. Una passione bruciante, quella di Alessandro per le due ruote, che lo aveva portato ad aderire a un'associazione di bikers luranese. Oggi invece è il giorno del silenzio e del dolore. Per i famigliari (Alessandro lascia il padre Carlo e cinque fratelli), come per la moglie Deborah Perletti, che peraltro oggi compie gli anni.

Il regalo di Alessandro: "Custodire la gioia della vita"

"Deborah oggi è il tuo compleanno so che è difficile parlare di regalo oggi ma Alessandro ti ha fatto e ci ha fatto un ultimo regalo, cioè il messaggio che bisogna custodire in noi la gioia della vita" sono state le parole di don Omar Moriggi dal pulpito. "La sera prima di morire mi raccontavi che ti ha fatto un grande sorriso. Questo perché il peso della morte non ci deve far morire prima del tempo".

Il frontale tra moto

Una tragedia assurda, quella accaduta attorno alle 13 di venerdì lungo la Sp121 tra Lurano e Pagazzano. Stando a quanto emerso, lo scooter condotto dal romanese Omar Pesce - tutt'ora gravissimo in ospedale - ha superato la mezzaria e si è scontrata con la Harley Davidson di Defendi, che viaggiava  in direzione Lurano-Brignano.   Secondo un testimone, un 49enne di Bergamo che viaggiava in direzione Lurano e che ha assistito  all’incidente mentre si trovava ad alcune decine di metri di distanza, lo schianto è stato violentissimo. Il primo a fermarsi per prestare aiuto è stato un automobilista straniero,  subito assistito dal bergamasco che ha allertato il 112. Le condizioni dei due però erano già evidentemente gravissime. Defendi è spirato dopo pochi secondi dallo schianto.  Pesce è stato trasportato prima al Papa Giovanni XXIII e poi al Poliambulanza di Brescia.

Azienda chiusa per lutto

Oggi pomeriggio la Nr di Brignano, azienda per la quale Defendi lavorava (stava giusto tornando sul posto di lavoro, venerdì, al termine della pausa pranzo trascorsa con la moglie a Lurano) ha chiuso per consentire ai dipendenti di partecipare al funerale.