Menu
Cerca

Incendio Romano l'hotel La Conchiglia ospita gli sfollati

Incendio Romano l'hotel La Conchiglia ospita gli sfollati
Romanese, 18 Agosto 2018 ore 19:19

Dopo il violento incendio che nella notte di giovedì ha devastato una palazzina a Romano in via Montecatini una coppia di albergatori ha deciso di compiere un gesto di solidarietà nei confronti delle famiglie sfollate.

Incendio Romano, 8 famiglie sfollate

Dopo l'incendio che ha completamente distrutto la palazzina il Comune di Romano ha allestito una sistemazionte temporanea per le 8 famiglie sfollate all'interno della palestra comunale. Una soluzione per forza di cose provvisoria per dare tempo alle persone che hanno perso la casa di trovare un alloggio adeguato.

La conchiglia mette a disposizione le sue stanze

Non per tutti però è così semplice trovare un'alternativa adeguata in così poco tempo. Così Giovanni e Camilla, titolari dell'hotel La Conchiglia, si sono messi una mano sul cuore e hanno deciso di mettere a disposizione le stanze libere per le famiglie sfollate ancora in difficoltà. "Abbiamo saputo dell'incendio - spiega Giovanni - e abbiamo pensato di sfruttare le stanze libere che avevamo a disposizione. Sono solo due le strutture ricettive a Romano, siamo felici di poter fare la nostra parte".

Una famiglia arriverà lunedì

Chiuso al momento per ferie l'albergo romanese aprirà lunedì. Giovanni e Camilla, che hanno offerto la propria disponibilità tramite un post su Facebook, hanno già organizzato per accogliere una famiglia. Si tratta di una coppia con una bambina di 2 anni e un neonato di pochi mesi. "Purtroppo siamo in ferie e fino a lunedì non possiamo fare nulla - ha commentato Giovanni - ma da settimana prossima ospiteremo questa famiglia per dar loro il tempo di capire come muoversi".

Le reazioni

Dopo la pubblicazione del post Giovanni e Camilla hanno ricevuto moltissimi complimenti. Originario di Cividate lui e comasca lei, gestiscono l'attività da un paio di anni e hanno appena preso casa a Romano. "Siamo giovani e crediamo fortemente in Romano - ha concluso Giovanni- . Non c'è nulla di più giovane della solidarietà. Non ci aspettavamo tutte quelle reazioni. Siamo però molto contenti di poter fare qualcosa di utile per questa famiglia".

TORNA ALLA HOME