Cronaca

Incendio alla Isover, in fumo 65 tonnellate di materiale

Il rogo è divampato all'esterno, nel piazzale dell'azienda di Vidalengo.

Incendio alla Isover, in fumo 65 tonnellate di materiale
Cronaca Treviglio città, 31 Gennaio 2019 ore 15:56

Incendio alla Isover, in fumo 65 tonnellate di materiale. E' successo ieri nel tardo pomeriggio. Nessun rischio per la salute.

Incendio alla Isover

Erano circa le 17 di ieri pomeriggio, mercoledì, quando in città e soprattutto nella frazione di Vidalengo i residenti hanno iniziato ad avvertire un odore acre nell'aria. La causa era un incendio, scoppiato poco prima, nello stabilimento Isover (della società Saint-Gobain) che si trova proprio a Vidalengo.

A prendere fuoco, per motivi ancora da accertare, è stato il materiale isolante, in particolare lana di vetro, che si trovava all'aperto nel piazzale esterno dove vengono stoccati i prodotti appena usciti dalla linea produttiva.

Indagini in corso

"Stiamo indagando in maniera approfondita su cosa possa avere dato origine alle fiamme - ha fatto sapere l'azienda - Sicuramente sono da escludere dolo e incuria. Con tutta probabilità, si è trattato di surriscaldamento e combustione di materiale appena prodotto, nell’area dedicata al raffreddamento e già soggetta a controllo post produzione".

Sul posto sono subito giunte tre squadre dei Vigili del fuoco di Treviglio supportati poi dai colleghi di Romano e Dalmine. Le fiamme sono state estinte nel giro di 15/20 minuti, sono poi seguite le normali procedure precauzionali di raffreddamento e monitoraggio dell’area e dei materiali coinvolti, operazione durata circa 3 ore.

Nessun allarme chimico

"L’emergenza è stata affrontata con grande prontezza e professionalità dal nostro personale preposto, che ha messo immediatamente in atto la procedura prevista dal piano antincendio dello stabilimento, allertando innanzitutto i Vigili del Fuoco, accorsi in pochi minuti - ha assicurato l'azienda - La situazione era già comunque sotto controllo. Le fiamme non hanno sprigionato sostanze tossiche, tanto è vero che non è stato nemmeno necessario l’intervento dell’Arpa".

Naturalmente l’aria è diventata acre per alcuni minuti a seguito dell’evento, a causa del fumo.

Nessun danno ambientale

"Possiamo affermare con certezza che non è stato arrecato alcun danno alle persone e all’ambiente circostante - ha proseguito l'azienda - I danni sono stati circoscritti esclusivamente ad una parte del materiale stoccato nel piazzale, circa 65 tonnellate. La prevenzione degli incendi nell’area degli stabilimenti produttivi rappresenta per Saint-Gobain uno dei principali focus, oggetto di studi ed investimenti costanti".

Il direttore di stabilimento, Silvio Dardi, questa mattina ha parlato con il sindaco di Caravaggio Claudio Bolandrini per chiarire l’accaduto e tranquillizzare i concittadini.

TORNA ALLA HOME