Menu
Cerca

Inaugurata l'area sgambatura cani al "Crs"

Uno spazio recintato, nel parco del Centro sportivo a Casirate, per lasciar scorrazzare liberi dal guinzaglio i propri amici a quattro zampe.

Inaugurata l'area sgambatura cani al "Crs"
Treviglio città, 02 Maggio 2018 ore 11:04

L'Amministrazione comunale di Casirate ha inaugurato ieri l'area sgambatura cani. Un'area verde ricavata all'interno del parco del Centro ricreativo sportivo, recintata e dotata di cestini per la raccolta delle deiezioni canine.

Al "Crs" un'area sgambatura cani

L'idea è nata dal vicesindaco Manuel Calvi e l'Amministrazione comunale l'ha sposata appieno. Realizzare un'area sgambatura cani, per permettere ai padroni di lasciar scorrazzare liberi i propri amici a quattro zampe. Investendo poco meno di 8mila euro una parte del parco del "Crs", dove una volta c'erano i campi da bocce all'aperto, è stato recintato e dotato di un cancello d'ingresso. Inoltre, sono state installate due panchine, un cestino per la raccolta delle deiezioni canine e sistemata la fontanella per l'acqua.

Il 1° maggio l'inaugurazione

Ieri, 1° maggio, in occasione della Festa dello Sport al Centro ricreativo di via Locatelli, è stata inaugurata, informalmente, l'area sgambatura cani. Presenti il sindaco Mauro Faccà e tutta la sua Giunta che hanno aperto le porte dell'area ai casiratesi. Con loro l'istruttrice cinofila Elisabetta Viani che ha dato alcuni suggerimenti sull'approccio all'area sgambatura sia per i cani che per i conduttori. L'istruttrice, inoltre, accogliendo l'invito dell'Associazione Genitori scuole terrà degli incontri informativi con bambini e ragazzi su come accudire il proprio amico a quattro zampe.

In Consiglio il Regolamento di utilizzo

Per accedere all'area sgambatura cani del "Crs" bisognerà rispettare un apposito Regolamento. Norme di comportamento all'interno dell'area, orari di apertura e chiusura, e altro. Verrà discusso e portato in approvazione nel Consiglio comunale di Casirate convocato per venerdì 11 maggio. L'invito rivolto ai futuri utenti, sia dall'Amministrazione che dall'istruttrice, è stato quello di usare il buon senso (civico) e di preservare pulita l'area affinché possa essere fruibile a tutti.