In piazza a Treviglio e Caravaggio tornano le noci del cuore

Appuntamento l'8, 9 e 10 novembre con l'associazione Cuore e vita che in otto anni ha donato 33 defibrillatore (Dae) a scuole, palestre e oratori.

In piazza a Treviglio e Caravaggio tornano le noci del cuore
Cronaca Treviglio città, 04 Novembre 2019 ore 10:48

(nella foto la consegna di un defibrillatore Dae alle scuole Merisi di Caravaggio)

Ritorna sulle piazze di Treviglio e di Caravaggio, come su quelle di tutta Italia, la campagna di distribuzione dei sacchetti “Le noci del cuore” in cambio di un piccolo contributo destinato alla ricerca e alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Le noci del cuore in piazza

La campagna “Le noci del cuore” è un’occasione molto importante per aiutare l’associazione “Cuore e vita”, presieduta da Battista Regonesi, a svolgere attività concrete per la ricerca contro le malattie cardiovascolari che sono, con più di 60mila morti improvvise all’anno, la causa prima dei decessi in Italia. L’appuntamento è per l’8, 9 e 10 novembre nelle piazze di Treviglio e Caravaggio.

Le Giornate del cuore

Un impegno quello di “Cuore e vita” che prosegue da anni nell’ottica della formazione e della prevenzione. L’ultimo appuntamento lo scorso 23 settembre con la Giornata mondiale del cuore durante la quale sono stati effettuati 118 cardiogrammi gratuiti negli ambulatori dell’ospedale di Treviglio. E ancora le Giornate del cuore di Caravaggio e Treviglio con più di 500 prove gratuite di pressione, colesterolo e glicemia.

Donati 33 Dae

“In questi otto anni di attività l’associazione che lotta per la cura del cuore ha donato 33 Dae (Defibrillatori Automatici Esterni) a istituti scolastici, palestre , oratori e altri punti strategici della città per intervenire contro la morte improvvisa – ha commentato Regonesi – Il Dae è un vero salvavita e facilmente utilizzabile perché in modo automatico guida le persone al suo utilizzo. Sempre più spesso viene impiegato contestualmente alla Respirazione Cardio-Polmonare (Rcp massaggio cardiac ) e non passa giorno che si leggono notizie molto positive di infartuati salvati da questi interventi”.

A scuola per insegnare a salvare vite

“Inoltre con il progetto ‘Sai salvare una vita’ l’associazione ha offerto agli studenti delle quarte superiori un percorso informativo e formativo sulle manovre di Rianimazione cardio-polmonare e sul corretto utilizzo del defibrillatore coinvolgendo più di 1500 studenti ogni anno – ha concluso il presidente – Anche gli insegnanti e il personale scolastico, i genitori dei Consigli di Istituto e dei Comitati dei genitori hanno richiesto questi incontri perché hanno capito che è vano avere a portata di mano un defibrillatore e non sapere a cosa serve e come bisogna comportarsi”.

TORNA ALLA HOME

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità