Menu
Cerca

In memoria di Yara due giornate contro la violenza di genere

Ospiti, convegni, tornei ma soprattutto un ricordo alla giovane scomparsa.

In memoria di Yara due giornate contro la violenza di genere
27 Settembre 2018 ore 15:35

In memoria di Yara due giornate contro la violenza di genere. Sabato 29 e domenica 30 settembre Brembate di Sopra si tingerà di rosa.

Yara Gambirasio e la sua passione

La giovane ragazza, scomparsa a soli tredici anni, amava lo sport e la palestra era la sua seconda casa. Per questo la manifestazione, intitolata “Lo sport contro la violenza di genere”, sarà dedicata a lei. Durante le due giornate saranno presenti moltissimi ospiti come l’ex campionessa bergamasca Lara Magoni e Oreste Perri presidente del comitato olimpico nazionale sezione Lombardia, dirigente sportivo e politico.

Un programma adatto a tutti

Sabato il ritrovo sarà alle 10 presso il centro sportivo di Brembate. Da lì si partirà verso Casa Serena per la camminata in memoria di Yara. Alle 11 si terrà l’inaugurazione del percorso sul decadimento cognitivo, a cura della residenza sanitaria. Contemporaneamente, presso il centro sportivo, si terranno lezioni di spinning dalle 11 alle 13. Nel pomeriggio l’evento riprenderà alle 15 con un mini circuito stradale adatto ai bambini e con prove gratuite di bici con pedalata assistita. La domenica sarà ancora più movimentata con un moto raduno in ricordo della giovane. Il ritrovo sarà presso la concessionaria Honda di via Carducci alle ore 15, dopo la sfilata verso il centro sportivo, i motociclisti, si sposteranno al cimitero per la cerimonia di commemorazione. Nel frattempo il centro presenterà lezioni di yoga e di difesa personale per donne. Dalle 16 gli impianti sportivi vedranno sfidarsi alcune tra le migliori squadre bergamasche di calcio femminile. Durante la serata, prima del convegno sport e disabilità, si esibirà il gruppo di ginnastica ritmica del paese. La manifestazione si concluderà con un’esibizione di ginnastica aerobica per non dimenticare chi era Yara e cosa la rendeva felice.