25° Rapporto annuale sulla raccolta differenziata

In Lombardia carta e cartone fanno la differenza: Bergamo al terzo posto

Quasi 1/6 della raccolta nazionale arriva dalla Lombardia: in provincia si producono 70.238 tonnellate e una media pro-capite di 63,3 kg.

In Lombardia carta e cartone fanno la differenza: Bergamo al terzo posto
Treviglio città, 05 Ottobre 2020 ore 12:42

Nel 2019 in Lombardia sono state raccolte e avviate al riciclo 567.954 tonnellate di carta e cartone, con una crescita di quasi un punto percentuale rispetto al 2018; ogni cittadino ha contribuito differenziando in media 56,6 kg/anno di carta e cartone. Oltre 14,39 milioni di euro i corrispettivi riconosciuti da Comieco ai Comuni lombardi in convenzione. Una ricerca Astra condotta per Comieco conferma l’attenzione per l’ambiente: l’83% degli intervistati dichiara di fare “sempre/spesso” la raccolta differenziata.

In Lombardia 567 tonnellate di carta e cartone

Secondo i dati raccolti nel 25° Rapporto annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia, curato e diffuso da COMIECO, nel 2019 la raccolta differenziata di carta e cartone in Lombardia è cresciuta dello 0,9% ovvero 4.891 tonnellate in più rispetto all’anno precedente, arrivando a toccare complessivamente 567.954 tonnellate.

Quasi 1/6 della raccolta nazionale arriva dalla Lombardia: regione che conferma il trend positivo degli ultimi anni, testimoniando come la raccolta differenziata di carta e cartone sia una pratica ormai diffusa e consolidata” – dichiara Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco – COMIECO ha gestito, tramite le convenzioni, 211.915 tonnellate di carta e cartone, ovvero il 37,3% del totale, riconoscendo ai Comuni corrispettivi economici pari a 14.397.403 euro.”

I dati per provincia: Bergamo è terza

Milano, con 181.635 tonnellate e una media pro-capite di 56,8 kg, si conferma la provincia della Lombardia (e d’Italia) che nel 2019 ha raccolto il maggior quantitativo di carta e cartone. In una ideale classifica, la medaglia d’argento spetta alla provincia di Brescia, che ha raccolto 87.964 tonnellate con una media pro-capite di 69,5 kg, mentre a Bergamo quella di bronzo con 70.238 tonnellate e una media pro-capite di 63,3 kg. Seguono, in ordine, le province di Varese con 44.739 tonnellate e una media pro-capite di 50,1 kg, Monza e Brianza con 43.077 tonnellate e una media pro-capite di 49,8 kg, Como con 27.149 tonnellate e una media pro-capite di 49,8 kg, Mantova con 26.361 tonnellate e una media pro-capite di 61,4 kg, Pavia con 26.224 tonnellate e una media pro-capite di 47,6 kg, Cremona con 20.250 tonnellate e una media pro-capite di 56 kg, Lecco con 18.592 tonnellate e una media pro-capite di 53,1 kg, Lodi con 11.376 tonnellate e una media pro-capite di 49,6 kg, e, infine, Sondrio con 10.349 tonnellate e una media pro-capite di 56,9 kg.

Infografica – Fonte: Comieco, 25° Rapporto annuale sulla Raccolta, riciclo e recupero di carta e cartone in Italia

Un’ abitudine sempre più praticata

La raccolta differenziata di carta e cartone è una pratica sostenibile alla quale i cittadini dedicano molta attenzione e sempre più impegno. Questa tendenza viene confermata non solo dal 25° Rapporto nazionale COMIECO, ma anche da una ricerca demoscopica commissionata dal Consorzio ad Astra Ricerche nei primi mesi del 2020.

Dall’indagine emerge che l’88% dei lombardi è preoccupato per le problematiche ambientali mondiali ed il 68% si impegna in prima persona ad assumere comportamenti sostenibili, tra i quali spicca la raccolta differenziata: l’83% dei lombardi dichiara infatti di effettuarla “sempre/spesso”, (contro il 79,9% della media nazionale) e, soprattutto, bene. Il campione, infatti, si dà 7,67 come voto medio su una scala da 1 a 10.

In caso di dubbi sul corretto conferimento di rifiuti, i lombardi utilizzano quale fonte di informazione primaria i depliant cartacei forniti dal Comune (47%), seguiti dai motori di ricerca (34%), il sito del proprio Comune (27%) e i siti di consorzi che si occupano del riciclo degli imballaggi (13%); inoltre, il 18% degli intervistati dichiara di chiedere suggerimenti ad amici e familiari.

La raccolta differenziata di carta e cartone in Italia

Nel 2019, in Italia sono stati raccolte complessivamente 3,5 milioni di tonnellate in carta e cartone, con un incremento del 3% rispetto all’anno precedente. A livello nazionale, si registra un importante miglioramento anche sotto il profilo qualitativo dei materiali a base cellulosica avviati a riciclo: la media di frazioni estranee riscontrate nella raccolta differenziata di carta e cartone effettuata dalle famiglie è scesa sotto la soglia del 3%, mentre è rimasta costante quella derivante dai circuiti commerciali.

Risultati complessivamente positivi che descrivono un settore in salute come confermato anche dal tasso di riciclo degli imballaggi, attestatosi nel 2019 all’81% con un ritmo di crescita che rende fattibile centrare con largo anticipo l’85% che l’Unione Europea ha fissato come obiettivo 2030.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia