Menu
Cerca

In cammino per dire "no" all'autostrada Bergamo-Treviglio

Sabato appuntamento a Castel Cerreto per conoscere meglio pro e contro del progetto.

In cammino per dire "no" all'autostrada Bergamo-Treviglio
Treviglio città, 23 Maggio 2019 ore 08:00

Sabato 25 maggio, a partire dalle 10 dalla piazza di Castel Cerreto, si svolgerà la Camminata informativa organizzata dal Comitato NO Autostrada. "Due passi sopra il disastro", così hanno chiamato la passeggiata che si pone l'obiettivo di far comprendere quale disastro provocherebbe, a loro dire, l’autostrada Bergamo-Treviglio nella nostra campagna.

In cammino per dire "No" all'autostrada

"Per rendersene conto, basta fare due passi verso Castel Cerreto e immaginarsi l’asfalto grosso modo a metà di Via Contessa Piazzoni, per ora un gradevole percorso alberato con i campi ai lati. Occorre farlo sul posto, dal vivo, non da Google Maps, ed è quello che faremo insieme - hanno fatto sapere in una nota - Intanto vi proponiamo un semplice esercizio di confronto, un rapporto “costi-benefici”, come si usa fare
ora, tra l’attuale SP42 (con la già finanziata tangenziale di Verdello) e l’unico progetto autostradale attualmente esistente, quello del 2012, che “non si cambia, altrimenti l’approvazione della Conferenza dei servizi 2012 non sarebbe più valida”, come ha dichiarato Antonio Sala, Presidente di Autostrade Bergamasche, al momento della presentazione del progetto preliminare (da EcoBg, 23 marzo 2019).

I dati evidenziano un consumo di suolo stimato in 1.000.000 metri quadrati con un effetto negativo, stimato da Coldiretti, che colpirebbe almeno 60 aziende agricole. Nell'ipotesi della Sp 42 basterebbero 35mila metri quadrati per la variante di Verdello.

Dall'altra parte il costo stimato inizialmente in 300 milioni di euro sarà probabilmente molto superiore. L'investimento è a carico del privato che vorrà poi guadagnarci e lo farà aumentando le tariffe per gli utenti (si parla di 0.20 €/km cioè circa 7/8 euro per percorrerla tutta). Per la variante di Verdello sono invece già stati stanziati 10 milioni di euro da Regione Lombardia.

Unico punto a favore: i tempi di percorrenza

"Il tempo di percorrenza fino alla Tangenziale Sud di Bergamo è l’unico punto a favore dell’autostrada, una tempistica che rischia comunque di essere ininfluente rispetto al percorso completo verso Bergamo a causa del traffico che si trova oltre la Tangenziale Sud. Bastano pochi minuti di differenza per devastare tutta l’area tra Treviglio e Dalmine? - proseguono - Noi pensiamo proprio di no. Crediamo che il nostro territorio e il nostro pianeta meritino un rispetto superiore. Vi aspettiamo domenica per toccare con mano il territorio a cui rischiamo di rinunciare per un’opera che non porterà i tanto decantati vantaggi".

TORNA ALLA HOME