Menu
Cerca
Coronavirus

Impianti sportivi a Treviglio: cosa riapre e cosa no

Alcune strutture sono pronte a riaprire, ma solo per gli allenamenti dei tesserati agonisti e con severe limitazioni.

Impianti sportivi a Treviglio: cosa riapre e cosa no
Cronaca Treviglio città, 03 Marzo 2020 ore 12:31

Impianti sportivi a Treviglio: cosa riapre e cosa no. Con le limitazioni ancora in vigore per contenere il contagio da Coronavirus si fatica a capire cosa può ripartire e cosa invece no anche nel settore sportivo. A far chiarezza sull’argomento ci ha pensato il sindaco di Treviglio Juri Imeri con una comunicazione dettagliata riguardo alle attività e alle strutture trevigliesi.

Impianti sportivi a Treviglio: cosa apre e cosa no

A Treviglio molte strutture sono pronte a riaprire per consentire gli allenamenti ai tesserati agonisti, ma le limitazioni come il divieto di utilizzo degli spogliatoi e lo svolgimento delle sedute a porte chiuse renderà difficile un reale ritorno alla normalità. Sicuramente per quanto riguarda la fascia de minori che difficilmente potranno tornare in campo senza la presenza dei famigliari. Vediamo, in dettaglio, cosa è cambiato.

Restano chiuse tutte le palestre connesse alle attività scolastiche: Piave, Grossi, Rossini, Gatti, Gerominia, Lega Ines, Collegio degli Angeli, Oberdan, Agraria e Zenale, così come resta chiuso lo spazio sportivo della struttura polifunzionale di Castel Cerreto.

Apre, invece, il centro sportivo “Mazza” per gli allenamenti degli atleti tesserati agonisti. Pubblico ed estranei non potranno accedere e non sarà possibile utilizzare gli spogliatoi. Il centro resta chiuso, invece, per le attività di sport di base dei privati.

Confermata la possibilità di utilizzare la pista di atletica, senza, però, l’uso degli spogliatoi. Apre anche il PalaFacchetti solo per le sedute di allenamento degli atleti tesserati agonisti (confermando le prescrizioni in atto rispetto ad accessi, gestione spogliatoi, areazione e sanificazione) mentre restano vietate le attività di sport di base dei privati.

In Geromina riapre la palestra di boxe solo per le sedute dei allenamento dei tesserati agonisti (con divieto di utilizzare gli spogliatoi e di accedere la piano superiore), ma non ai privati.

Apre anche lo stadio “Zanconti” per le sedute di allenamento dei tesserati agonisti. Anche in questo caso sono vietati l’uso degli spogliatoi e l’attività dei privati.

Chiudono, in accordo con i gestori, il Tennis Club Treviglio e la piscina comunale “Quadri”. Quest’ultima fino a venerdì con possibilità di apertura nel weekend per lo svolgimento di eventi e competizioni sportive a porte chiuse svolte da atleti tesserati agonisti.

I gestori, inoltre, sono obbligati a esporre negli impianti sportivi i suggerimenti predisposti dalla Federazione Medici Sportivi e le buone prassi previste dal Ministero della Salute.

Imeri: “Usate il buon senso”

Lo stesso primo cittadino, tuttavia, non ha nascosto il proprio disappunto circa le tempistiche e i contenuti del documento alla luce delle indicazioni fornite dall’assessore regionale Giulio Gallera durante una videoconferenza che si è tenuta ieri, 2 marzo 2020.

“Al netto dei cavilli burocratici, si invitano comunque le società sportive a utilizzare il buonsenso e a limitare al massimo le attività e l’utilizzo degli impianti sportivi”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli