Menu
Cerca

Immobilizza e rapina la vicina di casa 82enne, arrestata una trevigliese – TreviglioTV

Immobilizza e rapina  la vicina di casa 82enne, arrestata una trevigliese – TreviglioTV
Cronaca 17 Marzo 2017 ore 18:33

 

E’ entrata in casa dell’anziana vicina di casa, 82enne e vittima di ictus. L’ha rapinata, senza scrupoli, e  poi l’ha abbandonata a sé stessa, dopo averla immobilizzata con una coperta.  Ad essere stata arrestata, questo pomeriggio a Castel Cerreto, è stata una 42enne italiana, A.I, nata a Milano, dopo l’ennesima rapina compiuta con un sangue freddo che lascia senza parole.

Siamo al Cerreto. Un’ anziana signora sofferente di cuore e colpita da ischemia, stava riposando sul divano della propria abitazione,  quando  ha sentito  un forte rumore proveniente dalla porta d’ingresso, che veniva sfondata.  Non  ha avuto il tempo di capire cosa stesse succedendo, che A.I le ha lanciato addosso una coperta,  coprendole anche il viso. Inutili  gli sforzi per divincolarsi: tantopiù che la donna, già provata dall’ictus, è stata colta da un malore, che le ha impedito anche di gridare. Intanto la rapinatrice ha smontato con tutta calma il televisore a schermo piatto nuovo di pacca, installato da poco, dopo un altro furto avvenuto solo un mese fa.  

Solo dopo  che la 42enne si è allontanata, l’anziana vittima è riuscita a liberarsi  e chiedere aiuto ai vicini, che a loro volta hanno allertato la Polizia.  Sul posto è arrivata una pattuglia del Commissariato di Treviglio diretto da Angelo Lino Murtas, insieme agli uomini della Scientifica.  I sospetti sono subito caduti sulla vicina di casa, già nota alle forze dell’ordine. Ma lei non era in casa. Così gli agenti l’hanno aspettata, e quando è tornata a casa ne hanno perquisito l’abitazione. Inutile, per lei, negare ogni addebito, quando dietro a un mobile è stato trovato il televisore rubato.  Immediato l’arresto, e il trasferimento al carcere di Bergamo a disposizione del pm Giancarlo Mancusi.  Risulta essere il primo arresto nella Bassa, a cui sono state applicate due aggravanti specifiche: aver commesso la rapina introducendosi in un luogo di privata dimora, e averla commessa in danno di persona ultrasessantacinquenne.

La tv è stata quindi restituita all’anziana derubata, che fortunatamente non ha avuto conseguenze più pesanti di un grosso spavento. 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli