Cronaca
Viaggiare sicuri

Il tampone positivo fa saltare il viaggio? Da Capodanno all'Epifania voli rimborsati

Sono stati oltre 6000 i voli cancellati nelle vacanze natalizie, coinvolgendo un milione di passeggeri.

Il tampone positivo fa saltare il viaggio? Da Capodanno all'Epifania voli rimborsati
Cronaca Treviglio città, 30 Dicembre 2021 ore 11:15

Mai come adesso, in tempo di pandemia, i viaggi programmati per le vacanze sono stati così appesi a un filo. Anzi appesi al risultato di un tampone. E quando si scopre di essere positivi al Covid-19 che si fa? Niente paura: per i passeggeri dei voli in partenza da Capodanno all'Epifania è previsto un rimborso.

Positivi al Covid: cosa fare con la prenotazione aerea?

I numeri pandemici crescono giorno dopo giorno in modo esponenziale e già, in occasione delle festività natalizie, sono stati oltre 6000 i voli cancellati, coinvolgendo un milione di passeggeri. Un bilancio già certamente difficile, ma che è destinato ad aumentare tra Capodanno ed Epifania, con le positività al Covid, che hanno colpito anche i dipendenti delle compagnie aeree e non solamente i passeggeri.

Tuttavia, quando ci si trova con un biglietto aereo già pagato in una mano e un tampone positivo (e la dovuta quarantena) nell'altra, riuscire a far valere i propri diritti non è sempre facile. Una situazione comune a tanti italiani a cui il Codacons ha dedicato la propria attenzione.

"Le norme in questione parlano chiaro; infatti, sia il Codice della Navigazione all'articolo 495, secondo cui il passeggero che non si è potuto imbarcare sul volo prenotato per motivi di salute (gravi e dimostrabili, che rendano impossibile il trasporto aereo), ha diritto al rimborso dell’intero prezzo del biglietto, senza alcuna eccezione; sia il Codice del Turismo, secondo il quale il viaggiatore che è costretto ad annullare il suo viaggio a causa di motivi di salute può domandare l'annullamento del viaggio, con contestuale restituzione di quanto pagato senza dover versare alcuna penale, tutelano i diritti del consumatore - afferma il presidente nazionale del Codacons, Marco Donzelli - Se avete riscontrato dei problemi nell'ottenere il rimborso dei vostri biglietti pagati potete rivolgervi all'Associazione che offre consulenza ed assistenza legale a tutti gli associati per tutelare i loro diritti."

In caso di volo cancellato

Inoltre, nel caso in cui il passeggero non venga avvisato del volo cancellato, o riceva comunicazione solamente entro 14 giorni dalla data presunta del volo, è prevista una compensazione pecuniaria pari ad una somma compresa fra 250 e 600 euro, oltre che il rimborso di spese extra sostenute per il raggiungimento della meta prefissata.