Cronaca
Agnadello

Il suo cuore ha smesso di battere a 27 anni, addio all'operaio indiano Sing Shiminder

Il giovane si è spento domenica sera, nella sua abitazione di via Padre Marcellino. Lavorava in un'azienda agricola ad Arzago.

Il suo cuore ha smesso di battere a 27 anni, addio all'operaio indiano Sing Shiminder
Cronaca Cremasco, 12 Aprile 2022 ore 17:42

Sing Shiminder, operaio indiano di 27 anni residente ad Agnadello, è deceduto domenica 10 aprile, in serata, nella sua casa di via Padre Marcellino. Un arresto cardiaco non gli ha lasciato scampo. La salma si trova all'obitorio di Crema, in attesa del rimpatrio.

Sing Shiminder morto a 27 anni

Non riesce a spiegarsi l'accaduto il suo amico e connazionale Sing Gurdeeep, 47enne anche lui residente in paese. La comunità indiana è molto unita e solidale, il lutto ha sconvolto tutti. Ma anche tra gli italiani il giovane era conosciuto per via della sua attività nel Gruppo Volontari Agnadello (GVA).

"Stava dormendo e ha emesso un rantolo poi è finito a terra - ha raccontato con gli occhi velati di tristezza il 47enne - il ragazzo che condivide l'appartamento con lui ha dato l'allarme e siamo accorsi. Subito è stato fatto intervenire il personale sanitario, che ha tentato tutto il possibile per rianimarlo, ma è stato inutile".

La salma attende il rimpatrio

Il ragazzo, originario dello Stato indiano del Punjab era arrivato in paese quattro anni fa, e da un anno era stato assunto nell'azienda agricola Ravaiola di Arzago, erano otto anni che non tornava in India dalla famiglia. Ora la salma è stata ricomposta all'obitorio di Crema in attesa del rimpatrio. Il GVA si è già messo a disposizione per un'eventuale raccolta fondi per aiutare la comunità a pagare le spese.

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 15 aprile.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter