Romano

Il piano di sostegno alle attività commerciali - Ecco il MODULO

Dopo i due bandi da 200 mila euro l'iniziativa del Comune di Romano per creare una rete di spesa dei buoni d'acquisto nei negozi di vicinato.

Il piano di sostegno alle attività commerciali - Ecco il MODULO
Cronaca Romanese, 08 Dicembre 2020 ore 11:54

Dopo i due bandi da 200 mila euro, una nuova iniziativa del Comune di Romano per creare una rete di spesa dei buoni d'acquisto nei negozi di vicinato.

Buoni d'acquisto

Il Comune di Romano di Lombardia sta predisponendo un elenco di esercizi commerciali sul territorio comunale e autorizzati alla vendita di generi alimentari, disponibili ad accettare buoni d’acquisto rilasciati dal Comune. Possono aderire all’iniziativa: minimarket, supermarket, negozi di generi alimentari, macellerie, pescherie e panifici.

Per partecipare

Le attività commerciali interessate dovranno compilare l'istanza, tramite il modulo online al link  . Le manifestazioni di interesse verranno vagliate e verrà costituito un primo elenco pubblico che verrà pubblicato entro il 10 dicembre 2020 sul sito istituzionale del Comune. Manifestazioni di interesse giunte successivamente alla 10 dicembre verranno comunque esaminate e aggiunte all'elenco del comune secondo le disponibilità dell’ufficio preposto. Il Comune, ricevuta la volontà di adesione dell’attività commerciale, prenderà contatti con i negozianti per istruirli sulle modalità di rilascio del buono.

Come funziona

I Buoni spesa per essere accettati dovranno essere scannerizzati da un’applicazione che dovrà essere scaricata sui cellulari o tablet Android da parte dei singoli negozianti. I ticket potranno essere esclusivamente utilizzati, anche in modo frazionario, nei negozi indicati nell’elenco pubblicato in data 10 dicembre 2020, e utilizzati unicamente per l’acquisto di prodotti alimentari ad esclusione di alcolici e superalcolici. Gli esercenti aderenti all’iniziativa dovranno impegnarsi ad accettare i buoni spesa dall'orario di apertura all'orario di chiusura al pubblico e a non applicare alcuna condizione per l’accettazione degli stessi, neppure con riferimento ad un importo minimo di spesa in contanti a pena la cancellazione dall'elenco degli esercizi commerciali aderenti all'iniziativa.

TORNA ALLA HOME