Il mondo catturato dall’oblò di un aereo

Ad oggi, esiste solo una App Demo, in futuro, fondi permettendo, potrebbe arrivare quella definitiva

Il mondo catturato dall’oblò di un aereo
Romanese, 23 Giugno 2019 ore 09:00

“E guardo il mondo da un oblò”. Si potrebbe sintetizzare così, citando un verso della canzone di Gianni Togni, “Flight Window” il marchio realizzato dal colognese d’adozione Alessio Barbarino. Il 36enne, residente ormai a Zanica, ma sposato con una donna di Cologno, dove per 10 anni ha vissuto, ha infatti avuto una brillante e originale idea, che ha deciso di tramutare in App per smartphone. Chi, viaggiando su un aereo, avendo la fortuna di sedersi vicino al finestrino, non ha scattato una fotografia? Un gesto semplice e quasi istintivo. L’idea di poter vedere il mondo da un’altra prospettiva, specialmente dal cielo, piace da sempre. Piace così tanto, che Barbarino ha avuto l’intuizione dapprima di condividere questi scatti tramite social network e poi di realizzare un’apposita applicazione…

Leggi di più su Romanoweek in edicola

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia