Menu
Cerca
Mozzanica

Il Comune stanzia contributi alle startup giovani

La misura mira a a sostenere la creazione o il rafforzamento di startup create dai giovani dal 1 gennaio 2020 nonostante la crisi dovuta alla pandemia.

Il Comune stanzia contributi alle startup giovani
Cronaca Gera d'Adda, 04 Giugno 2021 ore 11:55

Il Comune di Mozzanica, attraverso un bando, stanzia contributi alle startup giovani che svolgano attività in ogni ambito della vita sociale, economica o culturale. Il plafond del bando è di 15mila euro e il singolo contributo ha un tetto massimo di 1.000, aumentato a 1.500 se avanzeranno risorse.

Un bando per la startup giovani

Con il bando per le startup giovani il Comune di Mozzanica "mira a sostenere la creazione o il rafforzamento di startup, incentivando quei giovani che hanno osato, nell'anno appena trascorso e in quello in corso, crearsi un’opportunità lavorativa nonostante il periodo di crisi che viviamo, ma anche ad incentivare quelli che intendono avviare un'attività e necessitano di aiuti finanziari". A Bilancio, per questa misura, l'Amministrazione ha stanziato 15mila euro. E' previsto lo stanziamento di un contributo massimo di mille euro per attività, contributo che potrà essere aumentato, fino a un massimo di 1.500 euro "in caso di disponibilità residua derivante da risorse non attribuite, e comunque parametrato alle spese debitamente sostenute e documentate", recita il dispositivo del bando.

A chi si rivolge il bando

Possono accedere al contributo i soggetti residenti a Mozzanica o che abbiamo un'attività sul territorio comunale di Mozzanica e che ricadano in una delle tre posizioni individuate.

  • Posizione 1 - Tutti i soggetti che hanno già avviato un’attività, dall'1 gennaio 2020 alla data di  scadenza del bando, e che soddisfino i seguenti requisiti o comprovino quanto
    segue: età compresa tra i 18 e i 35 anni del titolare dell’attività, nonché richiedente il contributo; possesso di una partita iva (se dovuta); avvenuta presentazione di una SCIA (se dovuta); avvenuta iscrizione nel registro delle imprese (se dovuto); presentazione di ogni altro documentazione che comprovi l’avvenuto avvio dell’attività, con caratteristiche di continuità, abitualità e professionalità.
  • Posizione 2 - Tutti i soggetti che siano subentrati quali titolari di un’attività esistente, dall'1 gennaio 2020 alla data di scadenza del bando, incluso il passaggio generazionale tra imprenditori della stessa famiglia, a condizione che il soggetto subentrante e richiedente il contributo abbia un’età compresa tra i 18 e i 35 anni e sia in possesso della documentazione comprovante detto subentro, nei termini specificati per la posizione 1.
  • Posizione 3 - Tutti i soggetti aspiranti imprenditori che si impegnino a costituire una nuova startup, e che soddisfino i seguenti requisiti: età compresa tra i 18 e i 35 anni dell’aspirante titolare dell’attività, nonché richiedente il contributo; attribuzione di una partita iva (se dovuta) entro la data del... (da specificare in fase di
    presentazione della domanda); avvenuta presentazione di una SCIA (se dovuta) entro la data del... (da specificare in fase di presentazione della domanda); avvenuta iscrizione nel registro delle imprese (se dovuto) entro la data del… (da specificare in fase di presentazione della domanda); presentazione di ogni altra documentazione che comprovi l’avvenuto avvio dell’attività con caratteristiche di continuità, abitualità e professionalità.

Tipologia ed entità del contributo

Il bando startup giovani del Comune di Mozzanica concede contributi come agevolazione a fondo perduto a fronte di un budget di spesa sia in conto capitale che in parte corrente dell'attività. Il dispositivo del bando esemplifica alcune tra le spese ammesse per le due categorie.
Spese in conto capitale: installazione o ammodernamento di impianti; arredi e strutture temporanee; macchinari, attrezzature ed apparecchi, comprese le spese di installazione strettamente collegate; veicoli da destinare alla consegna a domicilio o all’erogazione di servizi comuni; realizzazione, acquisto o acquisizione tramite licenza pluriennale di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web, ecc.
Spese in parte corrente: spese per studi ed analisi (indagini di mercato, consulenze strategiche, analisi statistiche, attività di monitoraggio, ecc); materiali per la protezione dei lavoratori e dei consumatori e per la pulizia e sanificazione dei locali e delle merci; canoni annuali per l’utilizzo di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web, ecc.; spese per I’acquisizione di servizi di vendita online e consegna a domicilio; servizi per la pulizia e la sanificazione dei locali e delle merci; spese di promozione, comunicazione e informazione ad imprese e consumatori (pubblicazioni e annunci sui mezzi di informazione, comunicazione sui social networks, ecc.); affitto dei locali per I’esercizio dell'attività di impresa.
Sono ammissibili le spese al netto di Iva e di altre imposte e tasse, ad eccezione dei casi in cui l’Iva sia realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario e non sia in alcun modo recuperabile dallo stesso, tenendo conto della disciplina fiscale cui il beneficiario è assoggettato. Per determinare l’ammissibilità temporale di una determinata spesa, rileva la data di emissione della relativa fattura.
Il bando poi precisa che le spese dovranno essere intestate al soggetto titolare dell’attività, nonché richiedente il
contributo.
Tra le spese che non sono ammesse per la richiesta di contributo ci sono: i pagamenti effettuati in contanti, con assegno circolare o tramite compensazione di qualsiasi tipo tra cliente e fornitore; le spese per l’installazione degli apparecchi da gioco d’azzardo lecito.

A chi rivolgere la domanda di contributo

I moduli per fare richiesta di contributo sono pubblicati in formato Word e scaricabili sul sito internet del Comune di Mozzanica. La documentazione dovrà essere trasmessa: tramite Pec all’indirizzo: info@pec.comune.mozzanica.bg.it indicando come oggetto "Bando startup - Adattamento alla crisi COVID-19 - Domanda di contributo" (farà fede quale data di ricevimento, I’attestazione temporale risultante dalla ricevuta di consegna rilasciata dal
gestore Pec del Comune di Mozzanica); a mano, presentandosi all'ufficio Protocollo dell’Ente. La data di presentazione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro a data apposto dall’ufficio.
Il Responsabile di procedimento, mediante apposito provvedimento, approverà l’elenco dei soggetti beneficiari del contributo e dell’entità dello stesso e darà atto delle domande non ammesse per carenza dei requisiti formali.