Menu
Cerca
Lutto

Il basket italiano piange coach Guglielmo Roggiani

Il tecnico milanese fu capo allenatore anche sulla panchina di Treviglio per sei mesi nella stagione 2007/2008 in serie B d'Eccellenza.

Il basket italiano piange coach Guglielmo Roggiani
Cronaca Treviglio città, 20 Maggio 2021 ore 16:58

Lutto nella pallacanestro, il basket italiano piange coach Guglielmo Roggiani. Il tecnico milanese, cresciuto professionalmente nelle giovanili dell'Olimpia, è stato anche capo allenatore a Treviglio nella stagione 2007/2008. Esperienza che si chiuse con una "separazione consensuale" a fine gennaio.

Il basket italiano piange Guglielmo Roggiani

Una vita nella pallacanestro, girando tutta Italia come allenatore sulle panchine di società di società blasonate come Olimpia Milano, Sassari, Fortitudo Bologna, ma anche come capo allenatore a Napoli, in B1 e A2, a Vicenza in serie A femminile e per alcune stagioni in serie B d’Eccellenza a Porto Torres, a Omegna e con una parentesi anche a Treviglio. Si è spento oggi, giovedì 20 maggio, Guglielmo Roggiani, classe 1948. La notizia è subito circolata negli ambienti cestistici italiani generando un forte cordoglio.

"La Pallacanestro Olimpia Milano si stringe attorno alla famiglia di Guglielmo Roggiani, allenatore cresciuto nel suo settore giovanile, con cinque titoli nazionali vinti, e successivamente assistente in Serie A sotto Coach Dan Peterson assieme a Franco Casalini, con Toni Cappellari come general manager. Roggiani è stato l’allenatore che ha guidato il gruppo dei nati nel 1958, guidato dai gemelli Boselli e Vittorio Gallinari che ha vinto lo scudettino in tutte le categorie giovanili. Lasciata l’Olimpia per andare ad allenare la squadra femminile di Vicenza, ha poi allenato in numerosi club italiani (rientrando per una breve parentesi nel 1980), vincendo lo scudetto da assistente con la Fortitudo Bologna con cui ha anche raggiunto una finale di EuroLeague".

"La Dinamo Banco di Sardegna ricorda con commozione Guglielmo Roggiani ed esprime profondo cordoglio per la sua scomparsa. Allenatore dalle grandi doti umane e tecniche, dopo essere stato il tecnico della prima squadra nella stagione 1981-82, coach Roggiani ha condotto la Dinamo a conquistare il primo scudetto giovanile nella storia biancoblu, con l'Under 18 Élite nel 2016, per poi vestire i panni di responsabile tecnico del settore giovanile. Alla famiglia Roggiani le più sentite condoglianze da parte di tutta la società", il messaggio della Dinamo Sassari.

"Fortitudo Pallacanestro Bologna partecipa al cordoglio del mondo del basket per la scomparsa di Guglielmo Roggiani, che ricoprì il ruolo di Assistente Allenatore della Effe nel quinquennio 1999/2004. C’era anche Guglielmo, sulla panchina della Fortitudo, in occasione sia del primo storico Scudetto conquistato il 30 maggio del 2000, sia della finale di Eurolega giocata a Tel Aviv nel maggio del 2004. Fortitudo Pallacanestro si stringe in un forte abbraccio alla famiglia, in questo momento di grande dolore e sconforto".

"La Blu Basket Treviglio 1971 esprime il cordoglio per la scomparsa di Guglielmo Roggiani, che ricoprì il ruolo di Capo Allenatore nella stagione 2007/08, e vincitore della Summer Cup a Darfo Boario Terme. La società rivolge le più sentite condoglianze alla famiglia".

A Treviglio per sei mesi nella stagione 2007/2008

basket italiano piange
Coach Guglielmo Roggiani festeggia una vittoria con i tifosi di Treviglio nella stagione 2007/2008 in serie B d'Eccellenza

Le strade di Treviglio e di Guglielmo Roggiani si sono incrociate sul parquet, prima da avversario quando allenava la Fulgor Omegna, e per sei mesi nella stagione 2007/2008 l'allora 58enne tecnico milanese approdò alla corte del presidente Piervincenzo Mazza per raccogliere l'eredità di Cesare "Cece" Ciocca sulla panchina della Intertrasport Treviglio nel campionato di serie B d'Eccellenza. Con Roggiani i biancoblu iniziarono la stagione vincendo la Summer Cup (e qualificandosi per le finali di Coppa Italia di categoria), superando in una tre giorni di gare Darfo Boario Terme prima Siena, poi Forlì in semifinale e Omegna in finale. In campionato l'avventura sulla panchina di Treviglio di Roggiani si interruppe, in accordo con la società, a fine gennaio 2008, dopo il ko casalingo 79-74 dell'Intertrasport con il fanalino di coda del girone Riva del Garda (al culmine di una striscia di 6 sconfitta in 7 gare). Nonostante l'addio, a Treviglio Guglielmo Roggiani aveva comunque lasciato un bellissimo ricordo di se tra i tifosi biancoblu, gli addetti ai lavori e quanti l'avevano conosciuto.