"Così ho salvato quell'uomo che voleva farla finita..."

Il racconto del giovane atleta Hicham Kabir che con il suo intervento ha evitato una tragedia.

"Così ho salvato quell'uomo che voleva farla finita..."
Cronaca Romanese, 13 Luglio 2019 ore 11:00

Hicham Kabir, 22enne fontanellese campione di podismo, stava rientrando a casa attorno a mezzanotte di sabato scorso, quando ha notato l'aspirante suicida sdraiato su una panchina.

40enne italiano tenta il suicidio

Mentre rientrava a casa attorno a mezzanotte, il giovane Hicham ha notato un uomo steso su una panchina in via Cimitero. Allertato dalla vicina circa il fatto che fino a pochi minuti prima l'uomo, risultato poi essere un 40enne italiano residente a Fontanella, parlava al telefono dicendo di volerla fare finita, Hicham non ci ha pensato due volte e dopo aver allertato i soccorsi si è avvicinato per cercare di calmarlo.

Il salvataggio e l'arrivo dei soccorsi

Raggiunto il 40enne, Hicham lo ha trattenuto, prima dialogando e poi anche fisicamente, per impedire che compisse il folle gesto su un albero lì accanto. L'uomo, dettosi dispiaciuto, ha confessato anche di aver ingerito dei farmaci. Dopo qualche minuto sono arrivati sul posto i Carabinieri e un'ambulanza, che, nonostante qualche resistenza iniziale, sono riusciti a caricare l'aspirante suicida sul mezzo dei soccorritori.

"Un trauma indicibile, ancora ci ripenso"

Una serata shock per Hicham, appena 22enne, che ha raccontato di essere rimasto profondamente turbato dal'accaduto: "Per due notti non son riuscito a dormire - ha raccontato - Continuavo e continuo a pensare a quell'uomo e mi domando perché volesse fare una cosa simile".

Puoi saperne di più e leggere l'intervista completa a Hicham Kabir (in foto) sul Giornale di Treviglio e RomanoWeek in edicola questa settimana.

TORNA ALLA HOME.