Cronaca
Hashish e un coltello in aula

Hashish e un coltello in aula: prof e preside chiamano i carabinieri, denunciato un 14enne

Droga e un coltello in aula: nei guai un 14enne in una scuola a Soresina. A denunciarlo ai Carabinieri è stata la sua insegnante.

Hashish e un coltello in aula: prof e preside chiamano i carabinieri, denunciato un 14enne
Cronaca Cremasco, 30 Ottobre 2021 ore 15:25

La professoressa ha notato una scatoletta metallica sospetta nella quale il ragazzo conservava lo stupefacente. I Carabinieri hanno rinvenuto anche una lama da 7 centimetri.

La segnalazione della scuola

L'episodio è avvenuto ieri presso un istituto scolastico di Soresina, dove i militari del corpo dei Carabinieri sono intervenuti denunciando un 14enne per detenzione ai fini di spaccio di hashish e per porto abusivo di oggetti atti a offendere. Nello specifico, i Carabinieri sono stati chiamati ieri mattina a intervenire presso una scuola del posto per effettuare alcune verifiche nei confronti di un 14enne che aveva uno strano atteggiamento. Durante una lezione, infatti, un’insegnante ha notato il 14enne in possesso di una scatoletta metallica con cui stava
giocando. L’insegnante ha notato anche che la scatoletta aveva un contenuto che poteva sembrare dello stupefacente e non ci ha pensato due volte ad avvisare la preside dell’istituto.

L'intervento della Dirigente e dei Carabinieri

La dirigente si è subito recata in classe e, in quel frangente, il ragazzo ha gettato la scatoletta metallica dalla finestra della classe. E' stato quindi richiesto l’intervento dei Carabinieri e sul posto è subito giunta una pattuglia di Soresina che, dopo avere contattato la preside, ha provveduto a recuperare la scatola e a controllare il banco e lo zaino del 14enne, rinvenendo nel complesso 5 involucri in cellophane contenenti hashish per un peso di 5 grammi e un coltello multiuso della lunghezza di 7 centimetri, quest’ultimo occultato all’interno dello zaino. Il coltello e la sostanza stupefacente sono stati posti sotto sequestro mentre lo studente è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia e riaffidato ai genitori.

"Scuole Sicure"

Il corpo dell'Arma ha inoltre ricordato che da anni Carabinieri e istituti scolastici partecipano al progetto “Scuole Sicure” finalizzato principalmente alla prevenzione e al contrasto del consumo e della vendita di stupefacenti negli istituti scolastici. Tale tipo di attività anche in provincia di Cremona prevede una proficua sinergia tra le istituzione scolastiche e i Carabinieri del Comando Provinciale di Cremona per prevenzione e contrasto dei reati negli ambienti studenteschi, specie quelli connessi all’uso di sostanze stupefacenti.

TORNA ALLA HOME.