Grafico calciatore alla sbarra per spionaggio industriale

La vicenda risale al 2013 e riguarda la Onis di Spirano.

Grafico calciatore alla sbarra per spionaggio industriale
Treviglio città, 27 Febbraio 2018 ore 10:28

Grafico calciatore alla sbarra per spionaggio industriale. La vicenda risale al 2013 quando Michele Legrenzi, 26enne promessa del vivaio atalantino (oggi gioca in Promozione con la Vertovese, ndr) lavorava come grafico per la Onis di Spirano, azienda che produce abbigliamento sportivo. La sentenza è prevista il 14 marzo.

L’accusa

Per Legrenzi l’accusa è di spionaggio industriale. Il 26enne, infatti, è accusato di aver sottratto dei dati riservati dell’azienda (in particolare fornitori, clienti e prezzi). A pizzicarlo, mentre trasferiva i dati su un hardware privato, sarebbe stato proprio il titolare Serse Pedretti che, a quel punto, gli avrebbe ordinato di lasciare l’hardware in azienda. Per questo Pedretti è imputato per esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

La difesa

L’avvocato di Pedretti, Antonella Rosso, ha chiesto un risarcimento di 20mila euro chiedendo, invece, l’assoluzione per quanto riguarda l’accusa di esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Per la difesa, infatti, Pedretti, in quel momento stava proteggendo l’azienda esercitando un proprio diritto. Il 26enne avrebbe tradito il rapporto di fiducia tra titolare e dipendente violando la regola rispetto alla limitazione dell’uso del computer solo per le mansioni aziendali. Claudio Catucci, che difende il calciatore 26enne, invece, ha sostenuto la mancanza del reato dato che Legrenzi non avrebbe poi utilizzato, di fatto, i dati.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia