Menu
Cerca

Gli amici di Gabry premiati in Regione

A convincere è stato il loro impegno per sostenere la battaglia contro la malattia.

Gli amici di Gabry premiati in Regione
Treviglio città, 24 Gennaio 2018 ore 16:36

Gli amici di Gabry premiati in Regione: “Aiutano a vincere le battaglie contro la malattia”. La loro generosità, ben conosciuta nella Bassa bergamasca, è stata messa in luce a livello regionale sabato 20 gennaio alla prima edizione del Premio #MAISOLI, dedicato alle associazioni di volontariato da Regione Lombardia.

Gli amici di Gabry premiati in Regione

“Tutta l’attività è a titolo gratuito, finanziata da donazioni liberali, semplicemente perché la gente ci vuole bene”. È facile voler bene agli Amici di Gabry, sempre in prima linea per fare prevenzione in campo oncologico, per accompagnare i malati e le loro famiglie, per supportare con finanziamenti e donazioni l’attività dell’Ospedale di Treviglio-Caravaggio e di quello di Romano.

“Siamo un’associazione di pazienti e parenti di pazienti – racconta il presidente Angelo Frigerio – semplicemente. Il premio ci fa molto piacere, ma siamo altrettanto contenti della nostra crescita in questi vent’anni, come dimostrano l’apertura e il prossimo ampliamento della sede di Caravaggio”.

La storia dell’assocuazione

Nata a Fara Gera d’Adda nel 1998, l’Associazione conta 400 iscritti e 50 volontari “in prima linea” in ospedale e nelle due sedi di Caravaggio, in via Fermo Stella, e Treviglio, viale Oriano 20. Solo nel 2017 ha diffuso in 5.500 copie una rivista trimestrale che tratta temi legati alla salute e alla prevenzione; ha incontrato più di 400 ragazzi delle superiori, a Treviglio, Romano e Calcinate e ha organizzato 20 serate destinate ai cittadini di altrettanti comuni, bergamaschi, ma anche del Milanese. Oltre 1.100 i prelievi gratuiti eseguiti a domicilio di malati oncologici, spaziando in ben quattro province: Bergamo, Brescia, Milano e Cremona; 150 i trasporti per la Radioterapia o i controlli.

Tante attività

Numeri importanti, a cui si aggiungono i finanziamenti per una psicologa e una Data Manager in Oncologia e il finanziamento per la degenza in Hospice Anni Sereni per circa 60 pazienti, ricoverati tra il 2016 e 2017. Tra le attività di sostegno alle famiglie anche una giornata di aggregazione e camminata in montagna per pazienti e famigliari, il Green Day.

Per vincere insieme

A ritirare il premio Sandro Barni, già direttore dell’Oncologia e ora primario emerito dell’Asst Bergamo Ovest e Mary Cabiddu, oncologa, con il direttore generale dell’Asst Elisabetta Fabbrini. Le candidature delle associazioni sono state proposte dalle Asst lombarde; gli Amici di Gabry sono stati premiati nella categoria “Con la vita – Per aiutare a vincere le battaglie contro la malattia”.

“Gli Amici di Gabry sono una forza insostituibile – ha commentato la dottoressa Fabbrini – Con loro organizziamo le settimane di prevenzione oncologica, abbiamo inaugurato quella che spero sia una tradizione, con le giornate della Donazione. Soprattutto sappiamo che, quando sottoponiamo loro un bisogno, sono pronti ad aiutarci, con la competenza del nostro ex oncologo Marco Cremonesi e la disponibilità del presidente Angelo Frigerio”.

Sandro Barni, da anni al fianco dell’Associazione come consulente scientifico ha sottolineato:

“Il premio #Maisoli riassume tutta la filosofia dell’associazione e questo è particolarmente significativo. La loro è una presenza costante, che ha fatto crescere tutta l’Oncologia del territorio, stimolandoci e sostenendoci”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli