Gioco d’azzardo, in aumento in Lombardia e province

Le vlt sono quelle che vanno per la maggiore nella provincia bergamasca

Gioco d’azzardo, in aumento in Lombardia e province
Cremasco, 03 Marzo 2018 ore 12:23

Consumo di gioco in crescita in Lombardia e Provincia, a Bergamo calo del 3,7%: il regolamento sul gioco d’azzardo di Bergamo funziona, risparmiati 12 milioni di euro in città nel 2017.

Gioco d’azzardo in crescita

Il regolamento che disciplina il gioco d’azzardo nella città di Bergamo funziona: il Comune ha infatti registrato nel 2017 una contrazione sul consumo di gioco nell’area urbana, effetto dell’ordinanza approvata nell’estate 2016 e che ha disposto lo stop a diversi giochi in tre diverse fasce orarie della giornata (dalle 7,30 alle 9,30, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 21), il divieto di pubblicità delle sale slot e delle vincite e campagne di sensibilizzazione della cittadinanza ad hoc.

In calo del 3,7% in città, in provincia si aumenta del 3,6

-3,7%: questo il dato sul consumo di gioco complessivo in città, un dato tanto più significativo se comparato al +3,6% della Provincia di Bergamo (al netto del dato cittadino) e al+3,4% registrato in Regione Lombardia. La raccolta totale è quindi passata dai 317milioni di euro del 2016 ai 306milioni del 2017: un dato enorme, ma che finalmente fa segnare un segno negativo dopo anni di crescita senza controllo.

Nella provincia di Bergamo bruciati 2 miliardi di euro

Nella provincia di Bergamo sono stati bruciati quasi 2 miliardi di euro, in Lombardia ben 18.111.818.756 euro, in Italia è stata addirittura sfondata quota 100miliardi nel 2017 con tendenze di crescita costanti. Le VLT hanno invece visto crescere il proprio volume d’affari sia nel resto della Provincia di Bergamo che in Regione Lombardia.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia