Furto in villa nella notte a Dalmine, i carabinieri indagano FOTO

L'allarme del vicinato è stato lanciato questa mattina.

Furto in villa nella notte a Dalmine, i carabinieri indagano FOTO
28 Luglio 2019 ore 12:13

Furto in villa questa notte a Dalmine, in viale Buttaro. A dare l'allarme sono stati i vicini. Indagini in corso da parte dei carabinieri di Treviglio.

Furto in villa con scasso

Nella nottata tra sabato e domenica si è verificato un furto con scasso ai danni di una villa di due piani, mentre il proprietario era assente. A dare l'allarme, verso le 09.40-10, è stato il vicinato, che ha notato una porta finestra aperta ed i segni dell'effrazione sul retro.

Divaricate le sbarre alle finestre

I malviventi, dopo esser transitati sul tetto di un garage confinante, si sono introdotti nella proprietà scavalcandone la recinzione metallica, divaricando con un cric da auto le sbarre metalliche poste a protezione di una finestra del piano terra, ed introducendosi all'interno. Le dimensioni dell'apertura realizzata tra le sbarre indicano come i malfattori avessero una corporatura particolarmente esile.

Le forze dell'ordine sul posto

Sul posto interveniva in prima istanza una pattuglia della Polizia locale di Dalmine, che si trovava a transitare durante il controllo del territorio e la cui attenzione è stata richiamata dal vicinato, che aveva già provveduto a contattare il Numero Unico di Emergenza. Gli agenti hanno effettuato una prima verifica dell'abitazione, e sono stati raggiunti poco dopo da una pattuglia del Nucleo Operativo Radiomobile del Comando carabinieri di Treviglio, titolare dell'intervento, i cui operatori hanno proceduto al sopralluogo di rito.

una delle fasi dell'intervento

La ricostruzione

I ladri, una volta introdottisi all'interno del piano terra, hanno individuato in una stanza da letto, dietro ad un quadro, una piccola cassaforte della quale hanno tagliato e divelto lo sportello corazzato mediante una smerigliatrice elettrica/flessibile, svuotandola. Hanno poi raggiunto il primo piano tramite una finestra, proseguendo l'atto criminoso.

Indagini in corso dei carabinieri

Il proprietario, assente poiché all'estero, è stato rintracciato telefonicamente tramite il vicinato, e ricevuta la brutta notizia ha provveduto ad inviare sul posto un congiunto per le formalità. L'entità del bottino è ancora incerta, le indagini volte ad individuare i responsabili sono affidate all'Arma dei carabinieri.

 

 

TORNA ALLA HOME

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter