Menu
Cerca

Furti a raffica, si pensa alle ronde

Un fine settimana di fuoco quello appena passato per i residenti del paese, che hanno dovuto fare i conti con i ladri che hanno saccheggiato le case nel weekend.

Furti a raffica, si pensa alle ronde
Cronaca 09 Novembre 2017 ore 16:27

Furti a raffica a Spino d’Adda, il leghista Luciano Sinigaglia ripropone le ronde.

Furti a raffica, riproposte le ronde

Un fine settimana di fuoco quello appena passato per i residenti del paese, che hanno dovuto fare i conti con i ladri che hanno saccheggiato le case nel weekend. Le giornate si accorciano prima, buio e nebbia favoriscono le incursioni indesiderate e a Spino è capitato proprio questo nei giorni scorsi.

Prima via Olanda, poi altre tre abitazioni

Prima in via Olanda, dove i malfattori hanno aspettato che il proprietario di casa, residente in un appartamento, poi, si sono arrampicati lungo la grondaia per irrompere nell’abitazione. Si sono diretti subito in camera da letto, dove hanno trovato oro e soldi, che si sono intascati prontamente, poi le chiavi di casa e quelle della macchina, a bordo della quale hanno tentato di fuggire, ma sono stati bloccati qualche chilometro dopo dai carabinieri di Crema, però, riuscendo a sfuggirgli per un soffio e scappando nei campi. Tutto è successo in 20 minuti scarsi. I colpi sono proseguiti in via Vittoria, via King e nei giorni scorsi in via Fratelli Cervi. Il metodo usato è stato lo stesso: irrompono dalla finestra e poi dritti in camera da letto, dove hanno fatto razzia di preziosi e contanti.

Il leghista Luciano Sinigaglia ripropone le ronde

Fatti che hanno messo il paese in subbuglio e molti dei residenti hanno chiesto a gran voce di far partire delle ronde per sorvegliare meglio Spino. Iniziativa, che il segretario della Lega Nord, Luciano Sinigaglia, ha prontamente riproposto. «Già avevo chiesto, qualche tempo fa, la disponibilità di alcuni residenti – ha spiegato Sinigaglia – Ma nessuno alla fine si era fatto vivo. Io sono sempre disponibile, la mia porta è sempre aperta, ma dovremmo essere un folto gruppo di residenti almeno per darci il cambio nei giri notturni. Ovviamente si tratta solamente di osservazione, qualsiasi movimento sospetto deve essere segnalato alle Forze dell’ordine. Aspetto adesioni, contattatemi».