Fumo nero sul treno, Pd: "Dimostrazione di inaffidabilità"

Il consigliere regionale Matteo Piloni (Pd): "Le nostre linee necessitano di nuovi treni".

Fumo nero sul treno, Pd: "Dimostrazione di inaffidabilità"
Cronaca Treviglio città, 22 Novembre 2019 ore 14:34

Il principio d'incendio, che ha sviluppato fumo nero sul treno Cremona-Treviglio questa mattina, venerdì, è "l'ennesima dimostrazione dell'inaffidabilità dei treni regionali". E' il commento del consigliere regionale del Partito Democratico Matteo Piloni.

Fumo nero sul treno, passeggeri fatti scendere dai VdF

Principio di incendio questa mattina, sul treno del servizio ferroviario regionale "REG 10468" partito alle 9.41 da Cremona e diretto a Treviglio. L’automotrice "Ale 582" del convoglio di Trenord ha visto andare in cortocircuito una resistenza all’interno della cabina, mentre il treno era in arrivo alla stazione di Treviglio intorno alle 10.50. Il guasto ha provocato la fuoriuscita di una nuvola di fumo che ha allarmato le persone a bordo. Il macchinista è intervenuto rapidamente e non ci sono stati danni alle persone né alle cose, ma il convoglio è stato bloccato sulla linea a binario singolo e sono intervenuti i vigili del fuoco per far scendere i passeggeri.

"Ennesimo incidente di un periodo nero"

"È l’ennesimo incidente di un periodo nero per il trasporto ferroviario regionale che per fortuna ha causato solo forti disagi ai passeggeri - dichiara il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni -. Si ripropone, quindi, il problema della qualità dei treni in circolazione, visto che la motrice in questione ha 35 anni di servizio, e della manutenzione. Occorre ricordare che la manciata di treni nuovi che dovrebbero entrare in funzione nei prossimi mesi, e dopo anni di promesse il condizionale è d’obbligo, non riguarderanno le linee della provincia di Cremona e del sud-est della Lombardia, come ammesso dalla stessa azienda ad un recente incontro con i pendolari. Insomma, i problemi sono ancora tutti sul tavolo e viaggiare sui treni lombardi è sempre un’incognita. Questo episodio è l'ennesima prova che anche le nostre linee necessitano di nuovi treni".

TORNA ALLA HOME