Romano

Fuggono all’Alt con mezzo chilo di hashish, arrestati due albanesi

A carico del 24enne pendeva un ordine di carcerazione emesso il 22 maggio 2019 dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Brescia.

Fuggono all’Alt con mezzo chilo di hashish, arrestati due albanesi
Romanese, 09 Ottobre 2020 ore 11:09

Fuggono all’Alt con mezzo chilo di hashish, in manette due cittadini albanesi, uno di loro ricercato da oltre un anno. E’ successo a Romano di Lombardia.

In manette due pusher albanesi

Proseguono i sequestri e gli arresti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti nella pianura bergamasca. I Carabinieri di Romano di Lombardia e di Treviglio hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio di oltre mezzo chilo di hashish due cittadini albanesi, il 25 enne K.P. ed il 24enne M.P., entrambi pregiudicati e nullafacenti, senza fissa dimora sul territorio nazionale.

Fuggono all’Alt dei carabinieri

Nel pomeriggio di ieri, i militari di Romano hanno proceduto al controllo di una Opel Crossland in transito lungo la via Papa Giovanni Paolo II di quel Centro, il cui conducente, ricevuta l’indicazione da parte dei militari di accostare per un controllo alla circolazione stradale, anziché arrestare la marcia, ha accelerato repentinamente dandosi alla fuga. Gli uomini dell’Arma, allertata la Centrale Operativa di quanto stava
accadendo, si sono subito posti all’inseguimento, coadiuvati da una gazzella della Sezione Radiomobile del Comando Compagnia di Treviglio, assieme alla quale sono riusciti poco dopo a bloccare i due occupanti del mezzo che, nel vano tentativo di guadagnarsi la libertà, hanno abbandonato l’auto cercando di proseguire a piedi.

Avevano mezzo chilo di hashish

Vano anche il tentativo di disfarsi di mezzo chilo di hashish gettato nel mentre per terra, che è stato recuperato e posto in sequestro. Lo stupefacente era suddiviso in dieci buste di cellophane trasparente e probabilmente destinato ad alimentare il mercato locale. Dai successivi accertamenti eseguiti sui due fermati, è inoltre emerso che a carico dell’arrestato 24enne pendeva un ordine di carcerazione emesso il 22 maggio 2019 dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Brescia che, pertanto, è stato contestualmente eseguito.
Al termine delle formalità di rito i due arrestati sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Bergamo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

TORNA ALLA HOME

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia