Ciserano

Fugge in auto all'alt dei carabinieri, arrestato

I militari lo hanno inseguito da Ciserano per circa 20 km. In auto aveva un bastone sfollagente, diversi cellulari e circa 18mila euro in contanti.

Fugge in auto all'alt dei carabinieri, arrestato
Cronaca Bergamo e hinterland, 18 Settembre 2020 ore 14:59

Fugge all'alt dei carabinieri, in auto, inseguito da Ciserano a Bonate di Sopra dov'è stato fermato. A finire in manette un uomo, 38enne pregiudicato, per resistenza a pubblico ufficiale e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Fugge all'alt dei carabinieri, inseguito

I carabinieri della Compagnia di Bergamo nella serata di ieri, giovedì 17 settembre, dopo un lungo inseguimento in auto terminato a Bonate di Sopra, hanno arrestato un uomo, 38enne pregiudicato, per resistenza a pubblico ufficiale e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Tutto è cominciato a Ciserano, alle 20.30 circa. Un uomo alla guida di un grosso suv, originario del Marocco, residente ad Antegnate e con diversi precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, non si è fermato all’alt dei Carabinieri di Zingonia ed è scappato a forte velocità in direzione Capriate San Gervasio, assumendo una condotta di guida molto pericolosa con sorpassi azzardati in situazione di traffico intenso ed in orario notturno, anche nei centri abitati.

Il fermo e l'arresto

Dopo un inseguimento di circa 20 km, il fuggitivo è stato fermato da una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Bergamo in via Milano a Bonate di Sopra. Sottoposto a perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso di un bastone sfollagente in legno di circa 60 cm, diversi telefoni cellulari e circa 18 mila euro in contanti, di cui non ha giustificato la provenienza, nascosti in uno zainetto in fondo al bagagliaio dell’auto. L’uomo è stato pertanto arrestato in attesa del giudizio in direttissima (celebrato stamattina), mentre l’autovettura, una Alfa Romeo Stelvio, il denaro e il materiale rinvenuto sono stati sequestrati.

TORNA ALLA HOME