Fondazioni, scoppia la polemica sui nuovi criteri di nomina

L'Amministrazione comunale di Romano ha varato i nuovi principi di nomina dei Cda dei quattro Enti.

Fondazioni, scoppia la polemica sui  nuovi criteri di nomina
Romanese, 14 Settembre 2019 ore 13:25

L’Amministrazione comunale di Romano ha varato i nuovi principi di nomina dei Cda dei quattro Enti.

L’autunno politico romanese sarà caratterizzato dalle scelte che il sindaco Sebastian Nicoli prenderà in merito alle nomine dei membri del Consigli d’Amministrazione delle Fondazioni cittadine. Quattro sono gli Enti che operano in città gestite da Cda la cui nomina passa dalla politica. La Fondazione Opere Pie Riunite, che gestisce la casa di riposo, e il patrimonio lascito del tenore Giovanni Battista Rubini, tra cui il museo, Palazzo Rubini e tutte le attività di promozione della figura del celebre cantante. La fondazione Olivari, che gestisce la scuola dell’infanzia e la Fondazione Mottini che oltre all’asilo si occupa di un patrimonio immobiliare. Infine la Farmaco, la farmacia comunale società di cui il Comune detiene il 60% delle quote.
Leggi di più su Romanoweek in edicola.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia