Menu
Cerca

Fim e Fiom insistono per il reintegro di Marzullo alla Olvan

I sindacati hanno chiesto un tavolo che abbia come unico obiettivo l’immediato reintegro del lavoratore sul posto di lavoro.

Fim e Fiom insistono per il reintegro di Marzullo alla Olvan
Cronaca Treviglio città, 26 Luglio 2019 ore 10:30

Continua il braccio di ferro nella fabbrica di Lurano tra i sindacati Fim Cisl e Fiom Cgil con la direzione della Olvan Spa, l’azienda di Lurano che tempo fa ha annunciato il licenziamento del sindacalista Domenico Marzullo, reo di aver pubblicato post sui social nei quali criticava l’operato della Olvan Spa in merito alla sicurezza.

I sindacati chiedono il reintegro

“Nonostante presidi e manifestazioni effettuate, richieste di incontro e di chiarimenti fatte avere, prendiamo atto del silenzio assordante della Olvan Spa di Lurano”, scrivono in una nota congiunta Salvatore Chiolo (Fim Cil Bergamo) e Luca Vitali (Fiom Cgil Brgamo). I sindacati chiedono l’immediata convocazione di un tavolo che abbia come unico obiettivo l’immediato reintegro del lavoratore sul posto di lavoro.

Attacco grave al sindacato

“Ovviamente non escludiamo – riprendono Chiolo e Vitali – altre azioni che eventualmente riterremo necessarie. L’azienda ci chiede di nominare un altro Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza (Rls). Ma per quanto ci riguarda, riaffermiamo che l’Rls esiste già, è Domenico Marzullo, e basterebbe reintegrarlo. Ribadiamo la nostra ferma convinzione che il licenziamento sia stato un attacco gravissimo a tutti i lavoratori di Olvan, nonché al sindacato tutto”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli