Menu
Cerca
Pandino

Festa dei 18enni, le restrizioni anti-Covid non spengono l’entusiasmo FOTO

Festa dei 18enni, le restrizioni anti-Covid non spengono l’entusiasmo FOTO
Cronaca Cremasco, 19 Ottobre 2020 ore 09:35

Pur con tutte le restrizioni dovute al Covid-19 sabato 19 l’Amministrazione comunale di Pandino ha celebrato comunque la tradizionale festa dei 18enni, con la consegna della Costituzione e la posa della stella dell’anno 2002 nel viale dedicato ai neomaggiorenni.

Festa dei 18enni in tempo di Covid

Invece della classica cerimonia con le autorità e i genitori riuniti in sala consiliare, quest’anno i ragazzi che hanno compiuto 18 anni hanno dovuto accontentarsi di una festa ridotta ai minimi termini, ma pur sempre importante.

“Questo è un grande giorno per tutti i ragazzi che celebrano oggi a livello istituzionale l’ingresso nel mondo degli adulti, essendo l’anno corrente quello in cui compiranno o hanno già compiuto il diciottesimo anno di età – ha detto l’ ssessore alle Politiche Giovanili Sara Sgrò – Il periodo fortemente critico che stiamo vivendo nulla toglie e nulla deve togliere all’importanza di questa giornata, nella quale viene, in certo qual modo, “consacrata” l’assunzione dei diritti e dei doveri che la maggiore età comporta.  Diventare adulti significa anche assumersi la responsabilità delle proprie azioni e avere la determinazione di portare avanti le proprie convinzioni, sostenendo con forza ciò in cui si crede e rispettando, così, la propria individualità. Significa rifiutare di confondersi nella massa con atteggiamenti e ideologie che, in realtà, non si avvertono come propri e che spesso portano i giovani a sentirsi parte di un gruppo sacrificando, però, la propria natura. Essere dei buoni cittadini significa rispettare le persone che ci circondano, ma anche gli animali e la natura, supportare, per quanto possibile, chi si trova in condizioni di fragilità, denunciare comportamenti scorretti. Significa offrire la propria unicità e le proprie attitudini (ad esempio, prendendo parte alla vita associativa del paese in cui si vive) e condividere le proprie idee con onestà intellettuale. La maturità dei diciott’anni impone senz’altro il rispetto per gli altri, ma anche per sé stessi. Tanti auguri a tutti voi per il vostro futuro!”. Poi i ragazzi hanno posato per la foto di rito e hanno posato la loro stella.

3 foto Sfoglia la gallery

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 23 ottobre.

TORNA ALLA HOME