Romano

Sulla Soncinese passare col rosso è di moda: 1040 multe in due mesi

“Nessuno vuole fare cassa, ma solo risolvere un problema di sicurezza".

Sulla Soncinese passare col rosso è di moda: 1040 multe in due mesi
Romanese, 07 Settembre 2020 ore 16:35

La Polizia Locale ha sanzionato 1040 automobilisti passati col rosso all’incrocio con via Isonzo a Romano.

Via Isonzo, la moda è passare col rosso

Ben 1040 mute in due mesi. L’infrazione? Sempre la stessa: automobilisti passati col rosso al semaforo. Sembrerebbe incredibile il numero di sanzioni comminate dalla Polizia Locale in un solo punto della città, l’incrocio tra la ex Soncinese e via Isonzo.  Le telecamere di videosorveglianza, accese il primo luglio, hanno ripreso a ripetizione centinaia di autoveicoli mentre bruciavano il  rosso, attraversando l’incrocio nonostante lo stop imposto dalla luce rossa.   Spedendo quindi loro a casa multe da 167 euro alla volta, insieme alla notifica di decurtazione di sei punti dalla patente di guida.

La rivolta “social”

Le tante sanzioni hanno scatenato una rivolta sui social, con tanti cittadini che hanno lamentato “un eccesso di zelo” nel comminare le multe, adducendo diverse argomentazioni che spaziano  dal “dover fermarsi in mezzo all’incrocio per dare la precedenza” ad un presunto “limitatore di velocità che fa scattare il rosso per trarre in inganno gli automobilisti”.

Ipotesi che il comandante della Polizia Locale, Arcangelo di Nardo ha smentito. “Il sistema riprende delle immagini che vengono visionate da un agente in comando prima di emettere delle sanzioni – ha detto – E tutte le sanzioni sono state emesse perché gli automobilisti non hanno rispettato i semaforo rosso e sono passati comunque. La Polizia locale agisce per tutelare la sicurezza dei cittadini e il nostro impegno sarà quello di abbattere le infrazioni al semaforo”.

Il sindaco: “Non vogliamo fare cassa”

Sebastian Nicoli ha supportato l’azione della Polizia locale. “Nessuno vuole fare cassa, ma solo risolvere un problema di sicurezza che i numeri delle sanzioni emesse hanno confermato su quell’incrocio – ha detto – Ho letto tanti commenti sui social di saccenti esperti di mobilità e mi chiedo come facciano a difendere persone che  oggettivamente non rispettano il Codice della strada mettendo repentaglio l’incolumità di chiunque si trovi a quell’incrocio.

Ipotesi rotonda? “Da valutare”

Il sindaco ha anche però valutato anche l’ipotesi di un intervento per cambiare la gestione della viabilità, ad esempio con una rotonda. “L’ex soncinese è passata da poco tempo da provinciale a comunale – ha detto – Presto affideremo il studio e il progetto di una nuova viabilità cittadina, prendendo in considerazione diversi interventi tra cui quello all’incrocio con via Isonzo”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia