Cronaca

I ragazzi salvano un falco pellegrino colpito da una fucilata FOTO

Il giovane esemplare era al parco Restello. E' stato consegnato al Wwf di Valpredina e ora sta bene

I ragazzi salvano un falco pellegrino colpito da una fucilata FOTO
Cronaca 25 Settembre 2017 ore 14:33

Un falco pellegrino ferito da una fucilata è stato trovato sabato tra i cespugli a Cividate al Piano, durante la pulizia del parco Restello lungo il fiume Oglio. Il rapace è stato consegnato al Wwf e ora sta bene. Ma in corpo aveva 26 pallini di piombo.

Falco Pellegrino ferito trovato al parco

Grande sorpresa per i ragazzi e i volontari che sabato stavano ripulendo il parco del fiume, durante l’annuale manifestazione di «Puliamo il mondo», organizzata dal circolo di Legambiente Cividate-Pontoglio e l’Amministrazione. Tra i cespugli è stato infatti ritrovato un raro falco pellegrino, ferito da una fucilata. Immediatamente sono scattati i soccorsi per mettere in sicurezza il falco e prestargli le prime cure.

Il rapace è stato consegnato al Wwf

I volontari sono riusciti ad afferrarlo e con estrema cautela l’hanno portato da un veterinario cividatese che lo ha poi affidato alle guardie forestali. Giunto al C.R.A.S. Wwf Valpredina è stata effettuata una radiografia che ha evidenziato ferite d’arma da fuoco. Si tratta di un giovane esemplare di falco pellegrino che ora sta bene.

Il falco pellegrino recuperato dai ragazzi di Legambiente e consegnato al Cras di Valpredina. Sotto, la radiografia sull'animale, che mostra i pallini di piombo rimasti nel corpo del raro e maestoso volatile

La giornata ecologica con le scuole è proseguita

La giornata ecologica è comunque proseguita. I ragazzi della scuola secondaria hanno ripulito il centro sportivo e il parco Restello. Dopo il lavoro merenda di metà mattina a base di frutta fresca e proiezione di filmati sull'inquinamento della plastica e dell'attività di riciclaggio svolta da Corepla. Venerdì invece è sono stati coinvolti gli alunni della primaria. Visita alla piattaforma ecologica, pulizia del parco Suardi e Ilaria Alpi. Alle giornate hanno partecipato anche gli insegnanti, i volontari dei pescatori, della Protezione civile, di Legambiente Cividate e Pontoglio e La Città Del Giovane.