Menu
Cerca

Ex ospedale domani l'inizio dei lavori di riqualificazione

Il tempo dell'attesa è finito, l'ex ospedale di Martinengo sta per rinascere, domani la cerimonia d'inizio dei lavori di riqualificazione.

Ex ospedale domani l'inizio dei lavori di riqualificazione
Romanese, 23 Novembre 2018 ore 14:04

Il tempo dell'attesa è finito, l'ex ospedale di Martinengo sta per rinascere, domani la cerimonia d'inizio dei lavori di riqualificazione.

I segnali della svolta

Sono stati smontati i ponteggi che da anni proteggevano piazza Maggiore dai detriti della facciata e del tetto dell'ex ospedale. Una svolta per la città, ormai abituata ad avere la piazza centrale del centro storico «ornata» dai ponteggi e dai teli protettivi. Mercoledì mattina i ponteggi sono stati rimossi in attesa dell'inizio dei lavori che la Asst Bergamo Ovest, proprietaria dell’immobile, ha annunciato per domani, sabato. Una storia lunga e travagliata quella della ex struttura ospedaliera che per un lungo periodo è rimasta inutilizzata. Da due anni a questa parte però l’azienda socio sanitaria locale ha messo in campo insieme al Comune un progetto di riqualificazione importante, che restituirà alla città uno stabile che sembrava destinato a morire.

I fondi dalla Regione

Nell'ottobre del 2017 infatti la Giunta regionale ha stanziato 2,5 milioni di euro per la sanità della Bassa. Una buona fetta è stata destinata per la riqualificazione dell’ ex ospedale di Martinengo, da anni in preda al degrado. Nel dettaglio, circa 250mila euro sono stati destinati alla rete informatica ospedale-Territorio. Altri 800mila euro sono stati invece investiti per il progetto di adeguamento antisismico dell’ospedale di Treviglio, per la sistemazione del blocco operatorio e per la riqualificazione della camera mortuaria. Lo stanziamento della Regione per l’ex ospedale dismesso – che ora ospita alcuni ambulatori – ammonta a 645mila euro, che si aggiungono ai circa 800mila euro stanziati alcuni mesi fa per la rimessa in sicurezza dell’esterno dell’edificio. Da alcuni anni infatti la grande facciata settecentesca è coperta da un ponteggio, dal momento che si erano verificati crolli. I 645mila euro andranno a sistemare gli interni, con una destinazione d’uso ancora da definire e che sarà oggetto probabilmente di un tavolo specifico, tra Regione, Comune e Asst. isponibile.

Il primo step della rinascita

A febbraio il primo passo della rinascita quando l’Asst, in collaborazione con l’Ats di Bergamo, l’Ambito di Romano, Solidalia, il Comune di Martinengo, Cum Sortis e la parrocchia di Martinengo, ha dato avvio ad una sperimentazione denominata «Sportello Famiglia».
Un «punto di accesso e di ascolto» gratuito per il cittadino e la sua famiglia, un luogo di orientamento nel panorama delle realtà presenti sul territorio, di attivazione e interconnessione dei servizi domiciliari sociosanitari e sociali, di integrazione e interconnessione della domanda e dell’offerta del sistema dei servizi. L'auspicio è che l'ex ospedale possa diventare un presidio sanitario a tutti gli effetti di riferimento per la cittadinanza.

Torna alla home