Ex Foro Boario, il Consiglio dà il via libera

La maggioranza ha bocciato le proposte contenute nell'osservazione presentata dal Comitato del Quartiere Est.

Ex Foro Boario, il Consiglio dà il via libera
Cronaca Treviglio città, 27 Febbraio 2018 ore 12:15

Ex Foro Boario, ieri sera il Consiglio comunale ha bocciato le osservazioni del Comitato di Quartiere Est e ha dato il via libera al piano attuativo. Tra le proteste delle opposizioni che hanno ribadito le proprie preoccupazioni in merito a un’area già caratterizzata da un alto volume di traffico, che rischia di congestionarsi ancora di più. Il Comitato, nel frattempo, ha già annunciato che presenterà un nuovo ricorso al Tar per bloccare il progetto.

Ex Foro Boario

I residenti del Quartiere Est hanno presentato l’unica osservazione depositata per l’intervento all’Ex Foro Boario, proponendo cinque soluzioni per lenire al massimo i disagi. In primis, chiedono l’eliminazione del previsto distributore di carburante o di limitare il rifornimento ai soli veicoli elettrici. Si chiede poi di redarre un nuovo studio del traffico alla luce del progetto previsto sull’area Ex Baslini. Il Comitato propone anche la realizzazione di un’area verde, prevedendo i parcheggi al piano interrato, e la realizzazione di un percorso ciclabile per collegare gli spazi pubblici con la struttura commerciale.

Proposte respinte

L’assessore all’Urbanistica Alessandro Nisoli ha poi spiegato i motivi per cui l’osservazione sull’ex Foro Boario sarebbe stata bocciata. Sul distributore di carburanti, Nisoli ha chiarito che è coerente con la Valutazione Ambientale Strategica. Non è poi necessario un nuovo studio del traffico, in quanto quello predisposto per l’ex Baslini tiene già in considerazione l’area commerciale dell’ex Foro Boario e prevede la realizzazione di una rotatoria in sostituzione del semaforo tra via Locatelli e viale Piave. Respinta anche la proposta di un parcheggio interrato al fine reperire una più vasta area di verde attrezzato, poiché il progetto prevede già una fascia arbustiva e arborea, e quella riguardo i percorsi ciclabili: secondo il Comune, infatti, quelli già esistenti consentono di raggiungere comodamente l’area.

Polemiche

Il via libera al progetto dell’ex Foro Boario ha sollevato le proteste dell’opposizione di centrosinistra. Erik Molteni (Pd) ha sottolineato le sue perplessità in merito al distributore di carburante, sia dal punto di vista ambientale e del traffico generato, sia per la concorrenza che farebbe agli altri operatori. Inoltre, ha espresso preoccupazione sull’impatto che la nuova area, assieme a quella prevista all’ex Baslini, avrà sul commercio cittadino. Per Stefano Sonzogni (Pd), l’Amministrazione avrebbe dovuto essere più coraggiosa e chiedere alla società qualcosa di più utile, in particolare nell’ambito sanitario. Il consigliere di maggioranza Lorena Frigerio ha infine dichiarato di non sapere quale sia l’attività del Comitato di Quartiere. Ecco la replica di quest’ultimo.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità