Cronaca

Terrorismo espulso imam nel Lecchese

Idriz Idrizovic, 39 anni,  kosovaro residente a Olgiate Molgora, verrà scortato dalle forze dell’ordine fuori dall’Italia. Per lui un biglietto aereo di sola andata. E’ considerato pericoloso per la sicurezza nazionale.

Terrorismo espulso imam nel Lecchese
Cronaca 31 Ottobre 2017 ore 08:55

Terrorismo espulso Imam lecchese. Nella giornata di oggi, martedì Idriz Idrizovic, 39 anni,  kosovaro residente a Olgiate Molgora, verrà scortato dalle forze dell’ordine fuori dall’Italia. Per lui un biglietto aereo di sola andata. E’ considerato pericoloso per la sicurezza nazionale.

Terrorismo: l’Imam lecchese incitava alla jihad

Idriz Idrizovic abitava con la famiglia, moglie e 5 figli, in una corte di Olgiate Molgora. Da tempo le forze dell’ordine seguivano con attenzione i suoi movimenti. Le indagini, condotte dalla Procura della Repubblica di Lecco, hanno portato ad accertare che l’uomo era un estremista islamico. Nelle sue prediche cioè incitava all’odio e alla guerra santa.

Le indagini

Ad effettuare le indagini sull’Imam  sono stati i Carabinieri del Ros di Milano. In campo anche i militari del Comando Provinciale di Lecco e gli uomini dell’antiterrorismo della Questura cittadina. Ieri le forze dell’ordine hanno prelevato l’uomo dalla sua abitazione. Questa mattina sarà scortato in aeroporto.

La famiglia

Come detto Idriz Idrizovic è sposato e padre di ben 5 figli. La figlia maggiore frequenta le scuole superiori a Lecco. I figli minori invece vanno a scuola a Olgiate Molgora. Idrizovic risulta imparentato con Seat Bajraktar, imam della comunità kosovara di Monterone d’Arbia in provincia di Siena a sua volta legato al reclutatore di combattenti Bila Bonsic.

La predicazione

L’imam aveva predicato nel centro di preghiera di Costa Masnaga. Non solo ma aveva predicato anche fuori provincia e in particolare a Renate. E’ stato attivo con le sue predicazioni anche a Cinisello Balsamo e a Como